Borse Asia in rialzo. Terza settimana di guadagni

8 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Bangkok – Listini asiatici in rialzo, i mercati azionari si avviano alla terza settimana consecutiva di guadagn. Gli investitori attendono in giornata il dato sui posti di lavoro non agricoli negli Stati Uniti: dovrebbe indicare, secondo le attese, che l’economia Usa è in ripresa. I minori timori sulla situazione di crisi in Grecia spingono gli investitori verso asset più rischiosi. Ne beneficia l’azionario. Eurodollaro in leggero calo ma regge bene dopo il rialzo dei tassi deciso ieri dalla Bce di 1/4 di punto a $1,4352.

L’indice Dow Jones Asian Titans della regione guadagna circa lo 0,8%. Nikkei (+0,66% in chiusura) raggiunge i massimi da quattro mesi, spinto da un miglioramento generale dell’outlook economico. Kospi di Seul (-0,1%) con il won in rialzo trascinato dal risultato positivo del conto delle partite correnti, ai massimi da sette mesi. Bene gli altri: Asx200 dell’Australia (+0,98%), Hang Seng di Hong Kong (+0,88%) e Straits Times di Singapore (+0,59%). Shanghai Composite della Cina (-0,09%).

“Gli asset rischiosi sono sicuramente quelli in cui puntare al momento, perché non crediamo che ci stiamo dirigendo verso una nuova recessione”, ha detto a Bloomberg John Calamos, chief executive officer di Calamos Asset Management Inc. “L’economia sta crescendo, a ritmi blandi, ma se guardi alle prossime settimane, o meglio ai prossimi trimestri, si capisce che la fiducia degli investitori sarà ricompensata”.

Tra le commodities, energetici e metalli in correzione. Wti ($98,59, -0,08%), Brent ($118,1, -0,41%), oro ($1.531,8, +0,08%), argento ($36,42, -0,3%) e rame ($4,42, -0,27%).

Eurodollaro in calo a $1,4352 (-0,04%). Sullo yen a ¥116,61 (-0,02%).