Borse Asia in rialzo, ma calma in attesa dei dati Ue e Usa

14 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

Bangkok – Listini asiatici in leggero rialzo. Investitori alla ricerca di opportunità in attesa che dall’Europa e dagli Stati Uniti vengano pubblicati dei dati importanti sullo stato di salute della ripresa. Euro a $1,2363.

Dopo un calo nel mese di giugno, in luglio le vendite al dettaglio negli Stati Uniti dovrebbero aver registrato +0,3%. Ma prima attesa la rilevazione sulla variazione Pil Eurozona nel secondo trimestre.

Euro in leggero rialzo contro il dollaro in mancanza di fattori negativi, ma resta comunque al di sotto dei massimi da un mese toccati a quota $1,2444. Investitori in attesa di maggiori indicazioni.

Gli operatori sperano ancora in acquisti di bond Eurozona da parte della Banca centrale europea, per portare in calo i rendimenti dei bond di alcuni paesi quali Spagna e Italia. In aggiunta, atteso un possibile intervento monetario accomodante da parte della Federal Reserve già dal prossimo meeting.

Importante anche quanto giungerà a fine mese dal meeting annuale tra economisti e banchieri centrali a Jackson Hole.

Indice MSCI Asia Pacific Index in calo -6,9% dai massimi 2012 toccati il 29 febbraio, sui timori che gli utili societari venissero colpiti dalla crisi del debito in corso in Europa, dalla mancata ripresa negli Usa e dal rallentamento economico in corso in Cina.

Indice Nikkei della Borsa di Tokyo trascinato dalla lettura delle minute Bank of Japan, secondo cui nell’ultimo meeting i membri del board unanimi hanno confermato la loro disponibilità a qualsiasi tipo di intervento pur di contrastare i rischi legati alla crescita economica. Il listino nipponico termina la giornata con +44,73 punti (+0,50%) a 8.929,88 punti.

Asia: indice Dow Jones Asian Titans in calo (-0,04%). Nikkei (+0,50%), Seul (+1,27%), Sydney (+0,20%), Hong Kong (+0,59%), Shanghai (+0,19%), Singapore (+0,25%).

Commodities: Wti ($93,15, +0,45%), Brent ($113,90, +0,26%), oro ($1.613,40, +0,17%), argento ($27,835, +0,24%), rame ($3,357, +0,10%).

Valutario: Euro contro il dollaro a $1,2363 (+0,26%), contro lo yen giapponese a ¥97,13 (+0,59%), contro il franco svizzero a CHF 1,2010 (+0,03%), contro la sterlina a GBP 0,7873 (+0,14%). Dollaro/yen a ¥78,59 (+0,37%).

Futures sull’indice S&P500 in rialzo di 3,00 punti (+0,21%) a 1.405,50. Rendimenti dei Treasury a 10 anni all’1,664%.

“L’attitudine delle banche centrali, nel prevenire un forte rallentamento della crescita economica globale, sostiene il sentiment degli investitori”, ha detto a Bloomberg Naoki Fujiwara, gestore capo per Shinkin Asset Management a Tokyo. “I dati che indicano una ripresa dell’economia Usa e una stabilità della spesa interna sono incoraggianti”.