BORSA: TOKYO IN RIALZO, MA SCENDE IL SETTORE AUTO

8 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Roma, 8 mag. (Ap-Apcom) – I segnali positivi giunti dal settore della grande distribuzione alimentano l’ottimismo a Tokyo, che dopo la cautela del mattino chiude la seduta odierna in territorio positivo. Buona la performance del comparto elettronico e di quello dell’abbigliamento, ma i guadagni sono rimasti comunque contenuti a causa delle cattive prestazioni del settore auto. E oggi il costruttore giapponese Toyota ha annunciato una perdita netta di 436,9 miliardi di yen (3,3 miliardi di euro) per l’esercizio 2008-2009, chiuso a fine marzo, un calo inferiore alle attese. L’indice Nikkei dei 225 titoli guida della Borsa di Tokyo alla chiusura di oggi ha guadagnato 47,13 punti, pari allo 0,50 per cento, salendo a 9.432,83 punti. A contrattazioni ancora in corso, l’indice Hang Seng di Hong Kong guadagna lo 0,21% mentre l’indice Kospi, in Corea del Sud, registra un rialzo dello 0,44%. In territorio negativo, invece, Shanghai, che accusa perdite pari allo 0,63%. Wall Street aveva chiuso in ribasso la seduta di ieri, appesantita dal calo del comparto finanziario, dei titoli hi-tech e delle telecomunicazioni, vanificando il tentativo di rally iniziale. Il Dow Jones cede l’1,20% a 8409 punti, il Nasdaq il 2,44% a 1.716,24, mentre l’S&P 500 è arretrato dell’1,32% a 907,39 punti. Le previsioni più ottimistiche sulla ripresa economica mondiale hanno avuto, infine, effetti positivi sulla domanda e quindi sulla quotazione del greggio, rincarato sia a New York sia in Asia. Nel dopomercato elettronico che fa riferimento al Nymex, la Borsa merci di New York, a Singapore il greggio “light sweet” per consegna a giugno è stato trattato oggi a mezzogiorno, ora locale, a 57,24 dollari a barile, con un rialzo di 0,53 dollari sulle quotazioni di ieri sera a New York, dove al termine della giornata aveva guadagnato 0,32 dollari salendo a 56,73 dollari a barile.