BORSA: TOKYO, CRISI NORD COREANA AFFOSSA I LISTINI

26 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

26 mag. (Ap) – La preoccupazione per il test nucleare nordcoreano di ieri ha spinto al ribasso oggi le principali borse asiatiche, con gli investitori ancora in attesa di avere chiarimenti sullo stato di salute dell’economia globale. La borsa di Tokyo ha chiuso in territorio negativo la seduta odierna. L’indice Nikkei dei 225 titoli guida ha perso 36,19 punti, pari allo 0,39 per cento, scendendo a 9.310,81 punti.

La tensione in Asia resta alta nonostante la condanna al regime di Pyongyang espressa dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che ha definito il test una “chiara violazione” dei divieti internazionali. La Corea del Nord pare infatti intenzionata ad andare avanti con i suoi test missilistici, e appresterebbe a lanciare in settimana dei missili a corto raggio. Secondo gli analisti la crisi nella penisola coreana, che ha messo in allarme i Paesi della regione, ha comunque fornito una buona scusa ai mercati per prendersi una pausa dopo i recenti rally.

Gli investitori sono stati indotti alla cautela anche dalla chiusura per festività di Wall Street e della borsa di Londra, e inoltre sono in attesa dei nuovi dati sull’economia Usa, che saranno diffusi in settimana. “Sembra che resteremo su questi livelli”, ha detto Winson Fong, direttore della SG Asset Management di Hong Kong. Anche le altre borse asiatiche (Corea del Sud, Shangai, e Taiwan) hanno registrato perdite nella seduta odierna.