BORSA TOKIO: NIKKEI NON TROVA ANCORA IL FONDO

4 Settembre 2002, di Redazione Wall Street Italia

La borsa di Tokio ha chiuso in calo dell’1,54%.

L’indice Nikkei si è così fermato a 9.075 punti: si tratta del livello più basso degli ultimi 19 anni.

Nel corso della giornata, che ha visto forti vendite sui bancari, l’indice era finito anche sotto quota 9.000 punti.

La borsa di Hong Kong ha chiuso la sessione del mattino con un ribasso dell’1,24% a 9.669 punti.

Pesanti, in particolare, China Mobile e China Unicom, in calo di circa due punti percentuali. Il mercato si disimpegna nell’attesa del collocamento di China Telecom.

La borsa di Seul ha segnato una perdita del 2,6%. Forti vendite su SK Telecom, che lascia quasi quattro punti percentuali, e su Samsung.

La borsa di Singapore ha perso l’1,22%. Il titolo a maggiore capitalizzazione di tutto il listino, Singapore Telecommunications, ha perso sei punti percentuali. Buon rimbalzo di Chartered Semiconductor dopo l’annuncio di un piano di ristrutturazione. Lunedì scorso il titolo aveva perso il 27%.