BORSA: TITOLI CONVENIENTI E IN CRESCITA

27 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mesi di turbolenza del mercato puo’ sembrare difficile identificare titoli che offrano un prezzo conveniente insieme a una prospettiva di crescita.

Utilizzando come strumento di valutazione il PEG, che indica la proporzione prezzo/utili su previsione di crescita, Smartmoney – una societa’ del gruppo Dow Jones – ha ristretto il potenziale campo d’investimenti a 76 societa’.
Questi titoli presentano un PEG inferiore a uno – ottenuto dividendo il prezzo del titolo per gli utili per azione dell’anno corrente e dividendo poi il prezzo/utili per il previsto tasso di crescita degli utili – e aspettative di crescita dei guadagni superiori al 10% annuo per i prossimi 3-5 anni.

Ben 21 delle societa’ identificate, tra cui Applied Materials (AMAT), National Semiconductor (NSM) e Novellus Systems (NVLS) appartengono al settore dei semiconduttori, sebbene gli analisti tengano d’occhio le previsioni di crescita. Avnet (AVT), ad esempio, ha recentemente abbassato le aspettative sugli utili a causa di un’eccedenza di scorte.

Almeno dieci societa’ petrolifere sono interessanti sotto l’ottica PEG, e in particolare Apache (APA) che, sebbene preveda per l’anno prossimo un aumento di soli tre centesimi ad azione, per i prossimi tre-cinque anni conta su una crescita del 18% annuo. La scorsa settimana anche Lehman Brothers ha aumentato il rating della societa’ da ‘outperform’ a ‘buy’.

Nel settore del commercio ci si imbatte, secondo Smartmoney, in confronti quali quello tra Best Buy (BBY) e Michaels Stores (MIKE), con una preferenza nei confronti di quest’ultimo.
Entrambe le catene di negozi prevedono un aumento dei guadagni pari al 20% annuo, ma Michaels Stores -che vende prodotti per la maglia e il cucito – ha un prezzo piu’ conveniente e ha annunciato la scorsa settimana utili superiori alle aspettative degli analisti.

Tra Carnival (CCL) e Royal Caribbean Cruises (RCL)- entrambe sono trattate a prezzi fortemente scontati su timori di tagli delle spese al consumo e aumento dei costi energetici – vince Royal Caribbean, con un rapporto PEG di 0,44 e previsioni di aumento degli utili di quasi il 20%, rispetto al 15% di Carnival.

Difficile decidere invece tra le due catene di ristoranti Outback Steakhouse (OSI) e Ruby Tuesday (RI). Sebbene la steakhouse abbia un prezzo doppio rispetto alla concorrente, entrambe presentano un PEG di 0,81. Ruby ha previsioni di crescita del 20% annuo contro il 14% di Outback, ma quest’anno ha registrato utili inferiori, con un titolo pero’ in aumento del 55%.