Borsa Milano risale dai minimi nel finale, tensione BTP

24 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Borsa Milano conclude la sessione in territorio negativo, ma risale dai minimi della seduta, quando aveva perso oltre -1%. Aiuta il recupero di Wall Street. Le parole della cancelliera tedesca Angela Merkel e del premier greco Antonis Samaras – proferite dopo l’incontro a Berlino -, non hanno sortito invece alcun effetto particolare sui mercati. Altre piazze finanziarie europee: Londra -0,08%, Francoforte -0,09%, Parigi +0,27%, Madrid +0,52%, Eurostoxx 50 -0,32%.

“Vorrei che la Grecia continuasse a fare parte dell’Eurozona”, ha detto Merkel, affermando di essere convinta che il governo greco stia facendo tutto il necessario per risolvere i propri problemi. Samaras ha affermato che la Grecia non desidera altri aiuti, ma “tempo per respirare” e che Atene manterrà i propri impegni. Gli scambi tra i due leader non hanno convinto i mercati: rimane d’altronde l’incognita numero uno, ovvero se ad Atene verrà davvero concesso più tempo – si chiedono due anni – per rimborsare i creditori.

Intanto, i meeting tra i leader europei continueranno nei prossimi giorni. Fonti dell’Eliseo riferiscono che Hollande sarà a Roma i primi di settembre per incontrare il premier Mario Monti. Ancora prima, la prossima settimana, il presidente francese incontrerà il premier spagnolo Mariano Rajoy.

Prosegue il trend correttivo sull’azionario europeo, con i mercati che si apprestano a concludere la prima settimana in territorio negativo dagli inizi di giugno, ovvero da 12 settimane, complici anche alcuni dati negativi provenienti dagli Stati Uniti. L’indice Stoxx Europe 600 si appresta a chiudere la settimana con -2,1%, dopo essere salito per 11 settimane consecutive. L’indice rimane comunque in rally +14% rispetto al minimo di quest’anno, testato lo scorso 4 giugno.

“Chiaramente i dati economici sono stati piuttosto deboli – ha commentato in una intervista a Bloomberg Stephen Halmarick, responsabile della divisione di ricerca sui mercati presso Colonial First State Global Asset Management – Il rally sembra essere stato provocato più dalle speranze che non dalla realtà”.

Tra le storie societarie, sotto i riflettori HSBC Holdings, in perdita. La banca è in trattative con le autorità Usa per risolvere la causa che la vede indagata per riciclaggio di fondi a favore di quei paesi che hanno ricevuto sanzioni, come l’Iran e il Sudan. Maggiore colosso in Europa per valore di mercato, HSBC ha effettuato a luglio un accantonamento da $700 milioni in vista di ogni eventuale pagamento di multe.

FTSE MIB – Giù i titoli finanziari: BPM -0,93%, MPS -0,58%, Bper -1,15%, Banco Popolare -1,96%, Intesa SanPaolo -2,15%, Mediobanca -1,51%, Unicredit -2,73% e Ubi Banca -0,55%. Sell su Finmeccanica -2,20%, Fiat -4,44%, Fiat Industrial -1,81%. Tra i titoli positivi Enel Green Power +0,39%, Ferragamo +0,53%, Mediolanum +0,92%,

BTP – Lo spread Italia-Germania in rialzo +0,92%, a 434,71 punti base. Il tasso sui BTP decennali fa +0,36% al 5,70%, dopo aver testato un massimo intraday al 5,78%; tasso spagnolo +1,56% al 6,44%. Acquisti sui bund tedeschi, rendimenti -3,49% all’1,32%.

VALUTARIO – L’euro -0,33% sul dollaro a $1,2521; dollaro/yen +0,19% a JPY 78,62. Euro/yen -0,14% a JPY 98,44.

MATERIE PRIME – Per terminare la panoramica sui mercati, riguardo alle commodities, i futures sul petrolio +0,51% a $96,76 al barile. Quotazioni oro -0,04% a $1.672,10, rimangono comunque sui massimi delle ultime 16 settimane.

HIGHLIGHT DI GIORNATA

Wall Street in ripresa, ma incerta per timori economia e dubbi Fed.

Il portafoglio ideale costruito con i buy dei grandi.

Crisi: stampa, Grecia ha riserve liquidita’ fino a ottobre.

Bundesbank e il mistero dell’oro di Fort Knox.

Grecia: Samaras, vogliamo camminare su nostre gambe, basta con passato.

Merkel: “spero in Grecia nell’euro”. Samaras: “rispetteremo gli impegni”.

Grecia: Samaras, non vogliamo altri aiuti ma tempo.

Gb: Pil 2* Trimestre Rivisto Al Rialzo Da -0,7% A -0,5%.

Grecia: Regling (efsf), Futuro Paese Dipende Da Atene.

Grecia: Germania Studia Conseguenze Uscita Da Euro.

Crisi: incontro Monti-Visco su aggiornamento su mercati.

Grecia: Samaras A Berlino, Pressing Su Merkel Per Piu’ Flessibilita’.

Gross sicuro su nuovi interventi monetari dalla Fed: “già deciso”.

Borsa: le europee ampliano i ribassi, Milano -0,64%.

Post Monti: investitori temono ritorno “ciarlatani”. A rischio i BTP.

Liquidità ancora ridotta nei mercati, notizie macro fanno da padrone.

Crisi: Fonti Eliseo, Hollande Da Monti I Primi Di Settembre.

Euro in calo sul dollaro, alle 8.35 italiane a $1,2546 (-0,13%).

Crisi: spread Btp-Bund apre a quota 434.

Petrolio: in calo a 95,65 dlr in after hours New York.

Oro: in lieve calo a 1.665 dollari su mercati asiatici.

– L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo termina la giornata con -107,36 punti (-1,17%) a 9.070,76 punti.

Borse Asia giù: in primo piano rischi economia globale.

Futuro del dollaro: Repubblicani studiano ritorno al gold standard.

Guerra a colpi di brevetti per Apple e Samsung: primo round in parita’.

Crisi/ Hollande a Madrid giovedì e a Roma a inizio settembre.

Crisi: Grecia, Samaras oggi vede la Merkel a Berlino.

Wall Street: svanisce effetto Fed. S&P500: peggiore calo sul mese.

____________________________________

Il mercato è dominato dalle boiling room e sale trading come quella di JPMorgan Chase, dove scommesse fino a un leverage di $200 miliardi e guadagni (o perdite) di 5-6 miliardi sono la norma, nel portafoglio derivati su crediti sintetici. Quindi per vincere sulle lobby bancarie e per non essere continuamente manipolati vi invitiamo – trader, gestori e promotori finanziari della famiglia di WSI – ad essere più sofisticati, piu’ aggressivi, preparati, tecnici, e soprattutto flessibili in un mercato pieno di trappole ma anche di enormi opportunita’. Questo è il vostro spazio per operativita’, commenti flash e strategie di trading. Fatevi sotto.