BORSA MILANO: OCCHIO AI TITOLI CALDI

16 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

Di seguito i titoli che potrebbero muoversi a Piazza Affari. Contrassegnate con (*) le integrazioni rispetto al lancio precedente. PARMALAT – Ha trovato un accordo per chiudere le cause legali intentate contro Credit Suisse e Ubs legate al crack del 2003. L’accordo prevede che Ubs paghi 184 milioni di euro e Credit Suisse 172,5 milioni.

[nSCE367976] ITALCEMENTI – La procura distrettuale di Caltanissetta ha iscritto nel registro degli indagati l’AD Carlo Pesenti, secondo quanto riferiscono fonti giudiziarie. [nSCE366183] BANCO POPOLARE – Ha sottoscritto con Palladio Finanziaria un accordo di partnership nel private equity. [nL13188281] ENEL – Attraverso la sua controllata francese Enel Erelis ha acquisito due nuovi progetti eolici da complessivi 120 megawatt.

[nL13446341] UNIPOL – Chiuderà il secondo trimestre in linea con gli obiettivi prefissati, ha detto il presidente Pierluigi Stefanini. [nL13619875] TISCALI – Secondo Repubblica di sabato Carphone Warehouse sarebbe ancora in pista e potrebbe presentare un’offerta da contrapporre a quella di Vodeafone. RCS – Si riunisce il Cda per un aggiornamento sul 2008. AZIMUT – Previsto raddoppio delle masse gestite in Italia fino a 30 miliardi e lo sviluppo avverrà con crescita organica senza tenere conto di acquisizioni. Lo dice il presidente Pietro Giuliani in dichiarazioni riportate da Il Sole 24 Ore nella rubrica Lettera all’investitore di domenica.

(*) IT HOLDING – Il presidente Tonino Perna smentisce a CorriereEconomia che ci siano state avances da parte del fondo Clessidra ma sottolinea di avere “buoni rapporti”. ENIA – Il sindaco di Reggio Emilia, principale azionista della società, frena sul progetto di fusione a tre con la bolognese Hera e Iride perché le trattative sono appena partite e rivendica un ruolo maggiore per la società energetica emiliana che non tenga conto solo della capitalizzazione di mercato. [nL1380097] Il titolo oggi stacca la cedola del dividendo.

POP EMILIA ROMAGNA – Il cda potrebbe oggi discutere il dossier Banca delle Marche. Lo dice una fonte vicina all’istituto emiliano secondo cui una volta definiti i dettagli dell’offerta la proposta formale dovrebbe giungere sul tavolo delle fondazioni azioniste dell’istituto marchigiano entro fine mese. [nL13735590] AEDES – La società ritiene necessario il reperimento di nuove risorse finanziarie attraverso un aumento di capitale e/o l’emissione di un bond convertibile. Il fabbisogno è stimabile a oggi tra 150 e 200 milioni di euro.

[nL13838934] DAMIANI – Ha chiuso l’esercizio 2007-08 con un utile in crescita a 15,1 milioni (+7,9%) [nL13834742] SNIA – Cda sui risultati di bilancio. MANAGEMENT & CAPITALI – Venerdì è scaduto il termine per l’esercizio del recesso. Secondo Borsa & Finanza il collocamento dell’eventuale inoptato avrebbe suscitato l’interesse “di nuovi investitori istituzionali”, mentre SOPAF e Goldman Sachs dovrebber averne approfittato per uscire dal gruppo. (*) CELL TH – Ha annunciato il rimborso del saldo delle obbligazioni convertibili con scadenza 15 giugno 2008, pagando in contanti 11 milioni di dollari circa. Il restante debito non ha scadenza prima del terzo trimestre 2010. [nBIA16ee4]