BORSA MILANO: MIBTEL IN CALO, SALE L’HIGH-TECH

11 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

A metà mattinata il Mibtel oscilla tra -0,45 e -0,50%; in calo soprattutto i telefonici e i bancari. In crescita invece i titoli legati a Internet che, sia pure dopo una pausa di riflessione nel corso della seduta, sono tornati a correre sulla scia della megafusione americana tra Aol e Time Warner.

Continua il calo del Fib marzo sotto la soglia dei 40000 punti. In ogni caso il mercato si dimostra fragile e selettivo, comunque in linea con le altre Borse in Europa.

Ancora in denaro le Popolare di Brescia, Cir, Espresso, Class, Mondadori, Banca Profilo (addirittura oltre l’8% per le azioni dell’Istituto che fa capo a Sandro Capotosti).

Telecom, Tim, Olivetti in calo, e anche Tecnost sono limate dopo una mattinata nel segno positivo. Mediaset +2,89%, Alitalia +1,36%. Limano Generali che mantengono quota 30 euro per un soffio. Bnl e Unicredito in calo. Fiat cede lo 0,48%, Enel e Eni intorno all’1%.