Borsa Milano giu’: fallisce il recupero, un’altra seduta pesante

13 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Fallisce il tentativo di riscatto alla Borsa di Milano che veniva da due sedute molto pesanti. A Piazza Affari non riesce il recupero e chiude a -0,65% in area 12.895. Volumi sottili e in linea con quanto accade nel resto d’Europa, dove gli investitori non azzardano grandi mosse in vista delle elezioni in Grecia di questa domenica. L’euro si rafforza, mentre in una giornata nervosa lo spread tra Btp e Bund si e’ stabilizzato a 470 sul finale.

Intanto nel dare il via all’operazione crescita alla Camera, Monti ha lanciato un accorato appello ai deputati perche’ offrano maggiore sostegno e facilitino il passaggio rapido degli iter parlamentari. Ne avra’ disperato bisogno se vorra’ evitare che l’Italia si faccia risucchiare sul mercato dal vortice delle speculazioni al ribasso.

Da quando e’ salito al potere Monti, l’Italia – come del resto gli altri stati membri dell’Eurozona eccezion fatta per la Germania – ha registrato un rallentamento del Pil o una crescita negativa. L’economia e’ vista in contrazione dell’1,5% quest’anno e in rialzo dello 0,5% nel 2013. Il tutto mentre le banche italiane non prestano piu’ denaro, gettando migliaia di piccole e medie imprese nel lastrico, e mentre i costi per finanziarsi sul primario salgono progressivamente, come evidenziato dall’ultima emissione di debito a un anno. Il costo sborsato dal Tesoro e’ stato il piu’ alto da dicembre. Domani sara’ la volta dell’emissione di Btp a tre anni.

Occhi puntati anche sul vertice dei leader dell’Eurogruppo del 28-29 giugno, dopo la fredda reazione al recente piano di sostegno alle banche spagnole. Gli investitori, e’ sotto gli occhi di tutti, sono sempre piu’ scettici sulla capacità dell’Europa di risolvere i propri problemi, mentre l’Italia, che si teme non sia in grado di varare le riforme necessarie per rilanciare la crescita, finisce sotto attacco.

“Non crediamo che le banche italiane versino in una situazione simile (a quella della Spagna), visto che la loro esposizione verso il settore immobiliare è più contenuto, e anche perchè non vediamo rischi di una forte flessione dei prezzi immobiliari in Italia, così com’è accaduto in Spagna”, ha commentato Renato Panich, analista dei debiti presso S&P. A suo avviso, le banche italiane stanno soffrendo per la loro esposizione ai debiti sovrani, fattore che sta rendendo più difficile e comunque sicuramente costoso il loro accesso ai mercati di finanziamento.

Non la vede allo stesso modo Sean Egan, fondatore e direttore generale dell’agenzia di rating Egan Jones, che ha detto in un’intervista a Cnbc di ritenere che sia la Spagna che l’Italia avrebbero bisogno di un massiccio piano di salvataggio dall’Unione europea. Per Egan, entrambi i paesi chiederanno aiuti entro i prossimi sei mesi.

ALTRI MERCATI – Londra guadagna lo 0,18%, Francoforte cede lo 0,14%, Parigi fa -0,55%, mentre l’indice di riferimento del continente Eurostoxx 50 chiude di fatto invariato (+0,01%).

ALL’INTERNOD EL FTSE MIB – A livello settoriale male auto ed energetici, contrastati i bancari, con Mps che cede circa il 4%. Brutta discesa anche per Pirelli, che viene sospesa per eccesso di ribasso dopo una flessione di -4,6%. Voglia di recupero solo per alcune banche, tra cui Intesa SanPaolo, Unicredit, Ubi Banca. Sell generalizzato sui titoli della galassia Fiat.

BTP – Ritorna la tensione nel mercato dei titoli di stato italiani dopo una mattina tranquilla. Lo spread Italia-Germania a 10 anni e’ avanzato dell’1% a 474,51 punti base. Rendimenti BTP a 10 anni al 6,17%. Spread in area 470. Tassi spagnoli a 10 anni fanno +0,12% al 6,71%. Bund ancora sotto pressione: i rendimenti schizzano al rialzo con +5,97% all’1,509%.

VALUTARIO – L’euro sul dollaro a $1,2571 (+0,54%). Euro/yen +0,31% a JPY 99,78, mentre dollaro/yen -0,21% a JPY 79,37.

MATERIE PRIME – I futures sul petrolio arretrano salgono +0,38% a $83,64 al barile. Oro +0,49% a $1.621,70.

HIGHLIGHT DI GIORNATA

– Presidente Ue Van Rompuy a colloquio con Obama sulla crisi.

– Grecia: il 20 luglio avra’ finito i soldi per pagare pensioni e stipendi

– Monti lancia l’operazione crescita, chiede a Ue di concentrarsi su investimenti ed Eurobond al prossimo summit.

Bozza summit Ue: l’Europa ha bisogno di integrazione fiscale e bancaria.

Germania: Raccoglie 4 Mdl Di Euro A 10 Anni, Rendimento Sale A 1,52%.

Banche, e’ un crollo epocale. Unicredit -75% in un anno.

Asta: tasso Bot a 12 mesi al 3,97%, record da dicembre.

Bund tedeschi, primo calo.

Bund tedeschi, primo calo.

Italia e Spagna, ecco cosa accadrà.

Mercato dollaro-centrico: qui i segnali di movimenti nel breve.

Italia sotto attacco: Monti chiede riunione di emergenza dei partiti con ABC e “un sostegno pieno”.

Crisi: Spread Btp Cala A 466 Punti. Bund Sottotiro, Rendimento All’1,50%.

Borsa/ Tokyo chiude in rialzo, il Nikkei a +0,60%.

Moneta unica in leggero rialzo, torna oltre la soglia di $1,25. Euro.

Crisi: Spread Btp-Bund a 465,9 punti.

Petrolio: in calo a 82,63 dollari in quotazioni NY.

Oro:in lieve calo ma resta sopra 1.600 dollari.

– L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo termina la giornata in rialzo, +51,12 punti (+0,60%) a 8.587,84.

Crisi/ Schaeuble: non credo a rischio contagio per Italia.

Asia: si affaccia qualche buy.

Barclays: l’euro sopravvivrà, i fondamentali sono solidi.

Crisi/ Monti ad ABC: serve coesione a sostegno risanamento.

Bce: esiste rischio aggravarsi crisi debito sovrano.

Usa/ Dollaro debole, crollo prezzi: assalto straniero alle case.

____________________________________

Il mercato è dominato dalle boiling room e sale trading come quella di JPMorgan Chase, dove scommesse fino a un leverage di $200 miliardi e guadagni (o perdite) di 2 miliardi sono la norma, nel portafoglio derivati su crediti sintetici. Quindi per vincere sulle lobby bancarie e per non essere continuamente manipolati – trader, gestori e promotori finanziari della famiglia di WSI – vi invitiamo ad essere più sofisticati, piu’ aggressivi, preparati, tecnici, e soprattutto flessibili in un mercato pieno di trappole ma anche di opportunita’. Questo è il vostro spazio. Fatevi sotto.