Borsa Milano continua la corsa (+2.7%). La migliore Ue

18 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Prosegue in buon rialzo la seduta di Piazza Affari che consolida i guadagni della mattinata realizzando anche oggi la migliore performance tra i mercati europei. Intanto la borsa di Wall Street ha avviato le contrattazioni in territorio positivo, in un clima geenrale di ottimismo per il perfezionamento del piano anti-crisi delineato dai paesi dell’area euro la scorso settimana.

Allentate così le tensioni sui mercati, passa in secondo piano il dato sull’indice Zew tedesco, risultato peggiore delle attese. Sul mercato valutario, l’euro si conferma in rialzo nei confronti del biglietto verde, risalendo così dai minimi di 4 anni e scambia a 1,2411 dollari. In recupero anche le quotazioni del petrolio a 72,14 dollari al barile. Prese di beneficio invece per l’oro in area 1.214 dollari l’oncia. Tra gli indici milanesi, l’indice FTSE All Share registra un rialzo del 2,54% mentre l’indice FTSE MIB guadagna il 2,77%.

Dominano gli acquisti nel principale paniere con le banche d’affari che premiano oggi Ansaldo e Campari. I guadagni sono ampi anche per Prysmian ed Exor che si collocano in pole position al FTSE MIB. Fanalino di coda invece Telecom Italia nonostante un settore tlc europeo ben intonato grazie ai conti di Vodafone. Tonici i petroliferi. Riprendono quota anche i titoli difensivi come Snam e Terna, frenati in mattinata.

Denaro diffuso tra le banche anche sul Banco Popolare, tuttavia più contenuto, dopo la corsa della vigilia. Spunti rialzisti anche tra gli assicurativi. Rimbalza Fiat dopo il calo di ieri. Nelle due ruote va segnalato il netto recupero di Piaggio dopo che il presidente Roberto Colaninno, parlando a margine della presentazione del nuovo scooter Beverly, ha detto che i primi quattro mesi dell’anno per il gruppo sono andati bene, meglio dell’anno scorso, aggiungendo che per il resto dell’anno le previsioni rimangono positive ritenendo che il 2010 rappresenterà un anno di soddisfazione. Sul completo, va segnalata ancora l’ ottima performance di Maire Tecnimont dopo l’annuncio della vendita ai blocchi della totalità delle azioni proprie in portafoglio, pari all’1,5% del capitale.