Borsa Milano chiude in forte rialzo, top in quattro mesi

21 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Borsa Milano positiva, estende i rialzi nel pomeriggio e vede il Ftse Mib chiudere sui massimi intraday oltre quota 15.300, con +2,4%. Un bel rimbalzo dopo i cali di ieri. In sintonia, lo spread fra i rendimenti di Btp e bund a 10 anni stiinge a 410 punti base, minimo dal 4 luglio, mentre il rendimento del Btp a 10 anni si attesta al 5,65%, in ribasso del 2%. Il listino viaggia ai valori più alti degli ultimi quattro mesi, scommettendo, come il resto dell’azionario europeo, sulle misure che saranno annunciate dalla Bce, in occasione del prosssimo meeting del 6 settembre.

Tra le altre piazze finanziarie europee: Londra +0,76%, Francoforte +0,86%, Parigi +1,09%. Indice di riferimento Eurostoxx 50 +0,88%. Piu’ modesti i guadagni dell’indice azionario spagnolo. Si continua a guardare alla prospettiva di acquisti di titoli di Stato italiani e spagnoli da parte della Bce a partire da settembre. “Madrid ha fatto un po’ meglio di Milano nelle precedenti sedute, oggi recuperiamo. Non c’è niente di specifico sul Paese che possa sostenere i corsi di borsa”, dice a Reuters un trader di Piazza Affari. Bene i bancari con MPS che sale dell’8%.

Nonostante l’istituto di Francoforte abbia smentito ieri le indiscrezioni di Der Spiegel – relative alla possibile decisione del board di fissare un tetto ai rendimenti dei bond dei paesi più soggetti alle tensioni sui mercati (leggi Italia e Spagna) – fonti interne continuano a ripetere che, di fatto, un piano per arginare la crisi è in pieno studio. Quattro, precisamente, sarebbero le ipotesi al vaglio della Bce, riguardo agli acquisti dei titoli di stato.

Il mercato, insomma, continua a scommettere sull’arrivo di misure straordinarie. La stessa Commerzbank afferma che le tensioni tra Bce e Germania non significano che l’Eurotower non stia agendo per fronteggiare la crisi.

Intanto la Grecia, pressata dalla Germania, ha annunciato nuovi tagli alla spesa pubblica per 13,5 miliardi di euro. Bene in generale l’asta spagnola, con cui Madrid ha collocato bond a 12 e 18 mesi per un valore di 4,5 miliardi di euro, e a tassi inferiori rispetto all’emissione precedente.

Gli investitori valutano intanto le parole con toni chiaro-scuri di Moody’s: l’agenzia di rating ammette che sono stati presi provvedimenti importanti, ma afferma che c’è ancora tanto lavoro da fare, anche se “siamo ormai a metà strada”. Detto questo, Moody’s parla di ripresa entro il 2013 per l’Italia, la Spagna e il Portogallo.

ALL’INTERNO DEL FTSE MIB – Ennesimo rally MPS, +7,22%; buy sugli altri bancari. Bper +5,09%, BPM +4% circa, Banco Popolare +5,26%, Mediobanca +5,05%, Intesa SanPaolo +3% circa, Buy sostenuti anche su Ubi Banca e Unicredit. Sempre all’interno della sfera dei finanziari, Generali ha guadagnato il 4,9%. Bene anche titoli di altri settori come gli industriali Atlantia, Fiat e Finmeccanica. In chiusura il Ftse Mib è tutto tinto di frecce verdi.

BTP – Lo spread Italia-Germania a 10 anni -3,5% circa a 409,97 punti base, ai minimi dal 4 luglio. Il tasso sui BTP decennali cede oltre il 2% al 5,65%; tasso spagnolo -1,10% al 6,21%. Vendite sui bund tedeschi, rendimenti +3,12% all’1,55%. Riguardo all’Italia, un avvertimento arriva da Fitch, esattamente dal direttore operativo David Riley, che afferma che il paese sarà a rischio senza la guida dell’attuale premier Mario Monti, e senza un governo che gode di “tantissima credibilità”. L’agenzia di rating teme il caos politico con la fine del governo tecnico.

VALUTARIO – L’euro in rialzo sul dollaro a $1,2472 (+1,05%). Rapporto dollaro/yen -0,03% a JPY 79,38, mentre euro/yen +1% a JPY 99.

MATERIE PRIME – Per terminare la panoramica sui mercati, riguardo alle commodities, i futures sul petrolio su +1,28%, a quota $97,20 al barile, mentre le quotazioni dell’oro a $1.639,80 l’oncia (+1,04%).Quanto ai Treasury, i rendimenti a 10 anni scambiano in rialzo +1,93% all’1,84%.

HIGHLIGHT DI GIORNATA:

Fitch: senza Monti Italia a rischio.

Come uscire dal debito con l’aggiunta di altro debito.

I quattro titoli italiani che garantiranno dividendi più alti.

Gb: Peggiorano Conti Pubblici, A Luglio Sorprendente Deficit Di 500 Mln.

Materie prime, è il momento degli agricoli. Nuovo record per la soia.

Borsa: Su Massimi 4 Mesi. Mps Guida La Rimonta Dei Bancari.

Cina: Da Banca Centrale Manovra Espansiva Per 220 Mld Di Yuan.

MPS: stato italiano nel capitale? Confermate le indiscrezioni di WSI.

Grecia: pronti nuovi tagli per 13,5 miliardi.

Mps: continua a correre a Piazza Affari, +6,21%.

Crisi: Moody’s, Italia, Spagna E Portogallo La Supereranno Entro 2013.

Falchi all’attacco, in Eurozona si teme ritorno speculazione.

Esiti incontri leader europei determinanti per direzione dell’euro.

Crisi/ Squinzi: Il quadro economico non è ancora cambiato.

I quattro bazooka al vaglio della Bce .

Euro in leggero rialzo sul dollaro, alle 8.30 italiane a $1,2371 (+0,23%).

Petrolio: in rialzo in after-hour Ny a 96,15 dollari.

Oro: stabile su mercati asiatici a 1621,8 dollari.

Crisi: soia a prezzi record, oltre soglia 17 dollari.

– Indice Nikkei della Borsa di Tokyo in calo, ma oltre la media mobile a 26 settimane, situata a 9.149,52 punti. La giornata termina con -14,24 punti (-0,16%) a 9.156,92 punti.

Borse Asia su: speranza mossa Bce vince su incertezza.

Settembre il mese peggiore per l’azionario.

Moody’s su Eurozona: ancora tanto lavoro da fare, appena a metà strada.
Grecia verso annuncio tagli, Spagna a prova mercati.

Indice spazzatura segna frenata dell’economia Usa.

Wall Street piatta dopo il rally.

Apple nella storia: e’ la societa’ di maggior valore al mondo, capitalizzazione a $623 miliardi.

Apple: nessun accordo con Samsung, attese arringhe finali.

____________________________________

Il mercato è dominato dalle boiling room e sale trading come quella di JPMorgan Chase, dove scommesse fino a un leverage di $200 miliardi e guadagni (o perdite) di 5-6 miliardi sono la norma, nel portafoglio derivati su crediti sintetici. Quindi per vincere sulle lobby bancarie e per non essere continuamente manipolati vi invitiamo – trader, gestori e promotori finanziari della famiglia di WSI – ad essere più sofisticati, piu’ aggressivi, preparati, tecnici, e soprattutto flessibili in un mercato pieno di trappole ma anche di enormi opportunita’. Questo è il vostro spazio per operativita’, commenti flash e strategie di trading. Fatevi sotto.