Borsa Milano cauta, alert dai Treasuries. Oro vittima di banche centrali

31 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Indice Ftse Mib di Piazza Affari all’insegna della debolezza, in un contesto di mercati in cui l’attenzione continua a essere focalizzata sulle recenti dichiarazioni di Janet Yellen, numero uno della Fed, relative ai tassi di interesse. Non aiuta l’incertezza alimentata dal vice Stanley Fischer, che nelle ultime ore non ha escluso la possibilità che ci siano più manovre di politica monetaria restrittiva nell’anno in corso.

Il termometro dell’ansia degli operatori di mercato arriva dal mercato dei bond Usa, in particolare da quello dei Treasuries, che si avviano a terminare il mese di agosto con la perdita, su base mensile, più forte dal giugno del 2015, sulla scia delle recenti dichiarazioni dei funzionari della Fed, e a fronte del rialzo dei rendimenti.

In particolare i rendimenti dei Treasuries a due anni sono saliti ad agosto al massimo da novembre, causa le scommesse sul mercato dei futures sui fed funds, che anticipano un rialzo dei tassi nel meeting di settembre con una probabilità raddoppiata al 34%. I rendimenti a due anni, di fatto – più sensibili all’outlook di politica monetaria – sono balzati questo mese di 14 punti base allo 0,80%, e lo spread con i rendimenti a 30 anni è al minimo dal gennaio del 2008.

Da segnalare che, in media, chi ha investito in Treasuries ha perso -0,6% ad agosto.

Le speculazioni hanno rinvigorito il trend del dollaro, con il Bloomberg Dollar Spot Index che ha guadagnato terreno per la prima volta dal mese di maggio, zavorrando il mercato, in particolare, dell’ oro e del rame.

L’oro si appresta a chiudere il mese con una perdita di quasi -3%, scontando il fattore Fed ma anche i minori acquisti da parte delle banche centrali. Occhio alla strategia delle banche centrali, che detengono – stando ai dati del World Gold Council compilati da Bloomberg -32.900 tonnellate di lingotti, e che nei tre mesi terminati a giugno hanno ridotto i loro acquisti di ben il 40%, al minimo dal 2011. Si è trattato del terzo calo consecutivo negli acquisti di oro degli istituti, la fase più duratura in almeno cinque anni.

Leggi: Focus sull’oro, smobilizzi scatenati dalle banche centrali: ecco perchè

Sul fronte dei prezzi del petrolio, il contratto WTI ha accelerato al ribasso con una perdita -3% circa dopo i dati sulle scorte Usa. Da segnalare che i prezzi sono balzati tuttavia +11% circa ad agosto, sulla scia delle speranze di nuovi accordi in vista degli incontri tra i membri dell’Opec, che si terranno il mese prossimo in Algeria.

In generale, l’azionario globale – indice di riferimento è l’MSCI All Country World – conclude il mese di agosto con un rialzo su base mensile +0,5%, dopo il balzo +4,2% di luglio.

L’indice S&P 500 è distante dal record di sempre di appena l’1%, l’indice di riferimento dell’azionario europeo Stoxx Europe 600 sale ad agosto per il quinto mese in sei mesi, e l’MSCI Asia Pacific Index si appresta a chiudere in rialzo per il secondo mese.

Ma la “sorpresa” arriva dall’indice che monitora il trend dei titoli delle aziende cinesi quotate a Hong Kong, balzato ad agosto +7%, segnando così il trend migliore tra i 94 principali indici di Borsa.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

 

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201611:54

Diversi i dati arrivati in mattinata dal fronte macroeconomico dell’Eurozona. Contrastata al momento la performance dei mercati azionari europei.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201611:55

Incertezza anche sui futures Usa.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201611:56

Euro piatto sul dollaro dopo il dato relativo all’inflazione dell’Eurozona nel mese di agosto, che ha segnato un rialzo +0,2% su base annua, rimanendo invariato però rispetto al mese di luglio. Il dato è stato reso noto da Eurostat. L’inflazione core è rimasta allo 0,8% su base annua.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201611:57

La forza del dollaro continua a mettere sotto pressione le quotazioni del petrolio.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201611:58

Bene le banche sulla scia delle speculazioni di una fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank, dopo le dichiarazioni arrivate da DB.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201611:59

Mercati hanno scommesso stamattina su una fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank, nonostante il ceo di Deutsche Bank Joh Cryan abbia smentito le indiscrezioni trapelate dalla stampa tedesca. 

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201612:00

I migliori settori di questa settimana di contrattazioni, relativi all’indice dell’azionario europeo Stoxx Europe 600.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201612:01

I settori peggiori di questa settimana di contrattazioni, relativi all’indice azionario europeo Stoxx Europe 600.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201613:45

Il dollaro si indebolisce, a vantaggio delle quotazioni dell’oro.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201614:44

Si conferma la fase ribassista per i prezzi del petrolio, sulla scia del recente rafforzamento del dollaro e in attesa dei dati sulle scorte Usa.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201614:57

Dal fronte macro degli Stati Uniti è arrivata la pubblicazione del report occupazionale ADP relativo alla creazione di nuovi posti di lavoro nel settore privato degli Stati Uniti. Il report anticipa la pubblicazione del più ampio rapporto sull’occupazione Usa, relativo al mese di agosto, che sarà reso noto dopodomani, venerdì 2 settembre, alle 14.30 ora italiana. Dal dato, emerge che nel mese di agosto sono stati creati 177.000 nuovi posti di lavoro, lievemente al di sopra dei +175.000 attesi dal consensus. L’ADP, che stila il report, ha rivisto inoltre al rialzo i posti di lavoro creati a luglio dalla crescita +179.000 inizialmente riportata a +194.000.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201615:13

Focus sul trend che le materie prime hanno riportato nel mese di agosto, che si avvia ufficialmente alla chiusura con la giornata di oggi.

A dispetto della performance negativa degli ultimi giorni, alimentata dal rafforzamento del dollaro sul forex, i prezzi del petrolio WTI scambiato a New York si apprestano a concludere il mese di agosto con un balzo superiore a +11%.

Si tratta del primo rialzo su base mensile in tre mesi, e del balzo più forte – stando ai dati di FactSet – dal +20% di aprile.Trend simile quello del Brent, che è salito ad agosto del 12%: anche in questo caso si tratta della migliore performance su base mensile dallo scorso aprile.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201615:29

L’indice Ftse Mib di Piazza Affari sale +0,72%, a quota 17.012,90 punti. Acquisti sui titoli delle banche, che beneficiano sia di alcune indiscrezioni societarie che dell’effetto traino che arriva dalla Germania. Rimangono osservate speciali Mps e Unicredit. Mps sale +1,16% a 0,2445 euro, mentre Unicredit balza +2,78%, a 2,29 euro. Focus sugli ultimi rumor sulle due banche.

Laura Naka Antonelli 31 Agosto 201617:44

L’indice Ftse Mib ha smorzato i guadagni nel finale, chiudendo in rialzo +0,31%, a quota 16.943,38 punti. Tra i titoli, nel finale Mps ha azzerato i guadagni e ha chiuso in flessione dello 0,08%. Bene Bper +1,46%, BPM +2,10%, BP +2,28%, Intesa SanPaolo +3%, Mediobanca +2,14%, Unicredit +3,23%, Ubi Banca +2%. Tra i titoli di altri settori Buzzi Unicem -1,95%, Campari -1,36%, Cnh Industrial -0,68%, Eni -0,95%, FCA -0,08%, Telecom Italia -1,58%, Tenaris -2,14%, Stm -1,46%, Moncler -0,80%.