BORSA: EUROMOBILIARE BATTE TUTTI NEGLI SCAMBI

10 Luglio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Gli scambi azionari alla Borsa di Milano sono cresciuti in volume del 9% nel corso del primo semestre dell’anno, mentre il numero delle operazioni è aumentato solo del 2%. E’ quanto emerge dal periodico rapporto semestrale di Assosim, l’Associazione italiana degli intermediari mobiliari.

Nella classifica delle società di intermediazione stilata da Assosim in base ai volumi scambiati – si legge in una nota – svetta Euromobiliare, che con una quota di mercato del 5,99% passa dal quinto al primo posto, mentre Caboto, ex maglia rosa, scende al terzo posto con il 4,90%. Per quanto riguarda il Nuovo mercato la prima è stata Fineco Banca, che ha intermediato il 10,29% degli scambi, seguita da Banca Imi, che ha visto salire la propria quota dal 3,83 al 6,59%, mentre terza è Caboto (5,41%).

Se si considerano invece i risultati per gruppi bancari, San Paolo Imi, che controlla Banca Imi ed Eptasim, si aggiudica la prima posizione con l’8,83% sul totale dei volumi scambiati, a fronte di un precedente 5,91%. Al secondo posto invece si trova Credem (Euromobiliare e Abaxbank) con il 6,22% dei volumi di scambio, seguito da Montepaschi (Mps Finance, Intermonte Securities e Banca 121) con il 5,03% di quota di mercato.

Per quanto riguarda gli scambi sul Nuovo mercato, primo è il gruppo Capitalia (Capitalia, Banca Mediosim e Fineco Banca) con il 12,18% dei volumi, seguito da San Paolo Imi, sceso dal 10,97 al 9,42% e Montepaschi (5,62%).