BORSA: APRE BENE MA SUBITO VIRA IN NEGATIVO

23 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Non va: la Borsa è stanca, prova a partire in positivo e infatti ci riesce con un primo Mibtel a +0,69% e un accenno di spunti su telecomunicazioni e Internet. Addirittura Aem guadagna il 2% dopo il successo registrato da e.Biscom nel primo giorno di offerta; Mediaset sale del 2,27% e Tim dell’1,35%. Rimbalza Mediobanca sulle voci che la riguardano(+2,27%). Nuovo mercato in crescita.

Ma poi cambia scena e in modo speculare ciò che era positivo si trasforma in negativo. Il Mibtel va sotto la parità: alle 10,11 ora italiana l’indice telematico è in perdita dello 0,72%; il Mib30 in ribasso dello 0,77%.

“Non ci sono spunti, il mercato sembra voler prendere fiato dopo mesi di rialzi”, spiega un operatore. Ora tutto è al ribasso: da Tecnost e Olivetti, da Enel all’Eni, dai bancari al Nuovo Mercato, dove Cdb Webtech è appena stata sospesa per eccesso di ribasso.

Se qualche spunto c’è, si trova fra i titoli minori come Class, Vemer, Gewiss e Lazio, probabilmente rinvigorita dalla vittoria di ieri sul Chelsea di Gianluca Vialli nella Coppa dei Campioni.