BOOM AMAZON: UN RIALZO GIUSTIFICATO?

di Redazione Wall Street Italia
15 Novembre 2002 14:39

Amazon.com (AMZN – Nasdaq), sito Internet specializzato nella vendite di prodotti on-line,
improvvisamente si e’ impennato del 30,04% il 14 novembre dopo la notizia della sorprendente crescita delle vendite al dettaglio del 7,1%nel mese di ottobre.

Questo elemento, associato al dato positivo sull’indice sulla fiducia dei consumatori dell’universita’ del Michigan ha provocato una reazione immediata degli investitori che hanno scambiato il titolo in misura quattro volte superiore alla media giornaliera degli ultimi 3 mesi.

Amazon aveva pubblicato i risultati trimestrali alla fine di ottobre, destando ben poco entusiasmo da gran parte degli analisti di Wall Street, che non confidavano in una crescita delle vendite nel settore e-trade. In due giorni neri il titolo aveva perso praticamente il 25% del suo valore, anche dopo le affermazioni poco rassicuranti dell’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, secondo cui le vendite avrebbero potuto non aumentare nel quarto trimestre.

Ma allora cosa e’ successo veramente al titolo in queste tre settimane? Come mai questo improvviso cambio di rotta? Secondo gli analisti della societa’ di ricerca Nielsen, gli acquisti on-line aumenteranno fortemente nel prossimo periodo prenatalizio favorendo principalmente lo stato di salute del bilancio di Amazon, leader indiscussa nel settore.

Alla base di questo nuovo trend c’e` la paura di viaggiare, perfino il timore di uscire ad acquistare articoli e regali nei grandi magazzini che sta praticamente cambiando le abitudini di vita degli americani, le loro abitudini di spesa e di vivere il tempo libero.

* Gian-luca Guerrini e’ un analista finanziario presso Wall Street Italia