Bond del Tesoro degli Stati Uniti: ecco la misura del grado di ansieta’ a Wall Street

29 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Vorremmo sapere quale e’ l’interpretazione dei gestori e money manager di questo grafico, che parla da solo. Le due curve rappresentano il future sul tasso di interesse sul 10 Year Treasury Note quotato al CBOE, Chicago Board of Exchange (derivato quotato col simbolo TNX) e l’indice S&P 500. Chiediamo quindi ai nostri lettori esperti, gestori di fondi e money manager, analisti, graficisti, economisti e professori di economia di inviare a WSI le loro considerazioni utilizzando la funzione [Commenta].

E’ evidente che i rendimenti del T-Bond (yields) stanno collassando. Cio’ indica che il mercato obbligazionario (“bond vigilantes” vengono chiamati gli operatori su questo mercato, e a Wall Street vengono considerati molto piu’ attendibili rispetto agli strategist delll’azionario schiavi ormai dell’high frequency trading cioe’ del trading di borsa non di breve termine ma di nano-secondi) il mercato dei bond, dicevamo, e’ chiaramente preoccupato per il cattivo andamento dell’economia americana, in forte contrazione, in preda alla doppia mannaia di alta disoccupazione e consumi fiacchi.

Il grafico – si diceva – mostra la sovrapposizione di due curve: quella del future sul tasso di interesse sul 10 Year Treasury Note, quotato al CBOE – Chicago Board of Exchange (il derivato vi e’ quotato col simbolo TNX) e la curva dell’indice S&P 500. Nell’arco di tempo considerato risulta una certa correlazione tra le due classi di asset, anche se non fortissima. Il messaggio del grafico tuttavia e’ chiaro: i rendimenti dei Treasury Usa tendono ad anticipare e guidare i cambiamenti di direzione sul mercato azionario. Infatti nel dettaglio i tassi sul Titolo a 10 anni sono crollati drammaticamente dal picco massimo toccato il 5 aprile 2010 a quota 3.99%, per l’esattezza tre settimane prima che l’indice S&P 500 raggiungesse il top del 2010 (il 23 aprile). Poi i rendimenti hanno messo a segno un recupero dalla chiusura a quota 2.48% il 31 agosto che costitui’ il bottom. Le ultime dieci sessioni hanno continuato a mostrare pero’ ulteriori cali degli yields. Corollario: attenzione alla correlazione tra le due curve, prima di vendere o comprare azioni. Leggere anche: Alert: il titolo del Tesoro Usa a 2 anni sta per sfondare lo 0,4%