BNL: GLI INVESTITORI SI DISIMPEGNANO

29 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Bnl è il titolo che perde maggiormente sul Mib30.

La quotazione della banca romana scende nonostante Credit Suisse First Boston abbia inserito il titolo tra i suoi preferiti del comparto bancario italiano.

Bnl è infatti in buona compagnia, secondo gli analisti americani, con Mps, IntesaBci e Popolare Verona e Novara.

CSFB ha detto in via generale che il settore del credito nel nostro paese ha buone prospettive di crescita nella seconda parte del 2002 e nel 2003. Per questo ha ribadito il consiglio di “Overweight”, cioè sovrapesare.

Ma questa chiave di lettura, per quanto riguarda Bnl non è condivisa per il momento dal mercato, che vende.

Il titolo oggi ha segnato un nuovo minimo a €2,05 anche sulla scia dell’impostazione negativa del settore a livello europeo.

Per il resto non ci sono novità particolari che giustifichino la disaffezione degli investitori, se si escludono i timori sul matrimonio con Mps e, ma solo nell’ultima fase delle contrattazioni, il giudisio negativo di Ubs Warburg.

La banca d’affari ha abbassato il target price a un anno dai precedenti €2,60 agli attuali €2, mantenendo il rating “Hold”, cioè tenere.

Secondo Ubs “il profilo di rischio di Bnl è alto a causa dei ratio patrimoniali inadeguati e della sua esposizione in Argentina, che è coperta per meno del 60%”.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.