BNL DISEGNA IL SUO FUTURO NELLA NEW ECONOMY

6 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Bnl delinea il proprio futuro nell’universo della new economy. E lo fa con l’amministratore delegato Davide Croff.

All’orizzonte c’è la Borsa: “Albacom e Lottomaticasaranno le prime ad andare sul mercato”, dice Croff.

In seguito potrebbe essere la volta della Fst Provider, società nata nel 1998 da una collaborazione con il Gruppo Moratti.

“Per e-services c’è una possibilità, sebbene molto lontana, di quotazione, perchè a sbarcare in Borsa saranno per prime le partecipazioni da essa controllate”, afferma ancora Croff.

E-services è la divisione che raggruppa le quote di Bnl nei settori Tmt (telecomunicazioni, media, tecnologia).

Per quanto riguarda la old economy, Croff annuncia che Bnl ha avviato trattative con Generali. L’obiettivo è l’acquisizione del 51% di Bnl Vita, partecipata dall’Ina.

In Borsa il titolo Bnl sta guadagnando lo 0,88%.