BMW: IL NOSTRO MARCHIO E’ IL CORE BUSINESS

28 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il gruppo Bmw registrerà quest’anno un utile netto superiore a quello del ’99 (663 milioni di euro prima degli accantonamenti; un euro vale 1936,27 lire): lo prevede il direttore finanziario del Gruppo tedesco Helmut Panke.

Attualmente a Monaco di Baviera è in corso la conferenza stampa durante la quale i vertici stanno illustrando i dati di bilancio, che segnalano un aumento delle vendite a 34 miliardi di euro e una crescita dell’utile lordo pari al 9%.

Le vendite, è stato spiegato, sono state trainate dal marchio Bmw, che resterà il core business dell’attività. I verici del Gruppo hanno difeso la decisione di cedere la Rover, e hanno in sostanza addossato al governo britannico la responsabilità dei cattivi risultati che hanno portato alla vendita.

Quanto al 2000, nel primo trimestre le consegne Bmw sono cresciute dell’8% rispetto a un anno prima, a 197 mila unità (+17% in Italia, a 12 mila), e quelle di Land Rover del 4%, a 45 mila. Rover accusa un calo del 7%, a 55 mila.