BLOCCO AL NASDAQ: PRIMA RICHIESTA DI SOSPENSIONE

2 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Almeno una societa’ ha chiesto al Nasdaq di sospendere l’avvio delle contrattazioni del proprio titolo sul listino elettronico sulla base dei dubbi relativi alla chiusura di venerdi’ scorso, quando alcuni problemi tecnici ai sistemi avevano convinto i vertici del NASD a posticipare la chiusura alle 23:00 (le 17:00 ora di New York).

Persistence (PRSW – Nasdaq) ha infatti fatto sapere di aver richiesto formalmente al Nasdaq di sospendere gli scambi del titolo, visto che il prezzo potrebbe non corrispondere alla realta’. Il titolo – secondo la chiusura ufficiale di venerdi’ – segna infatti un calo di circa il 91%.

“I problemi al Nasdaq, specialmente visto che sono arrivati nell’ultimo giorno del secondo trimestre, hanno creato dubbi tra i nostri azionisti – si legge in un comunicato della societa’ – La situazione e’ particolarmente paradossale dato che Persistence fornisce software di gestione ad alcuni fra i piu’ grandi mercati elettronici del mondo”.

Secondo quanto annunciato questa mattina da Richard Ketchum, direttore generale di NASD, il listino elettronico ha rivisto il prezzo di 29 titoli.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


SPECIALE WSI: BLOCCO AL NASDAQ