Bitcoin risorge dalle ceneri: volano quotazioni e commissioni

8 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Torna tra gli investitori l’appetito per il Bitcoin. Da inizio anno, la criptovaluta ha guadagnato circa il 60% fino a raggiungere quota $ 6.000. Una rimbalzo significativo, dopo il crollo dei prezzi registrato nel 2018 quando le quotazioni hanno segnato una flessione del 75%.

Certo, la criptovaluta è ancora lontana dai suoi massimi storici toccati a dicembre del 2017, quando i prezzi sfiorarono di poco meno $ 20.000. Ma gli investitori sono sempre più ottimisti sul fatto che il rimbalzo del bitcoin visto in questi primi mesi dell’anno è destinato a durare.

Tutto questo avviene mentre,  come rivela un report pubblicato dalla società di ricerca Diar, nel mese di aprile, il costo medio delle commissioni di Bitcoin è aumentato di quasi il 200% rispetto a marzo.nel mese di aprile, il costo medio delle commissioni di Bitcoin è aumentato di quasi il 200% rispetto a marzo.  Lo studio mette in evidenza che i miner di Bitcoin hanno guadagnato ben 13,7 milioni di dollari dalle sole commissioni, pari ad un amento del 71% rispetto ai 3,9 milioni registrati a marzo.

A raffreddare la corsa, questa mattina è arrivata la notizia che l’allarme dal mondo alcuni hacker hanno sottratto milioni di dollari di Bitcoin da Binance, uno degli exchange più famosi  del mondo. Stando a quanto riportato da Binance, gli hacker sono riusciti a sottrarre 7.000 Bitcoin, pari ad un valore di 40 milioni di dollari, attraverso ripetuti attacchi.