Biogen Idec annuncia collaborazione con importanti istituti di ricerca per eseguire il sequenzi

17 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Biogen Idec (NASDAQ: BIIB) ha annunciato oggi di aver avviato una collaborazione per attività di studio con importanti istituzioni accademiche e di ricerca per eseguire il sequenziamento dei genomi di un massimo di 1.000 pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) nello sforzo di arrivare a una migliore comprensione delle cause genetiche fondamentali della SLA. In base ai termini dell’accordo, Biogen Idec finanzierà i progetti dei laboratori di David Goldstein, Ph.D., Direttore del Center for Human Genome Variation presso la Duke University, e di Richard M. Myers, Ph.D., Presidente e Direttore dell’HudsonAlpha Institute per le Biotecnologie. I ricercatori eseguiranno il sequenziamento dei genomi di circa 500 pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica durante i prossimi due anni, con lo scopo finale di eseguire il sequenziamento di 1.000 alterazioni genomiche associate alla SLA entro cinque anni. Duke e HudsonAlpha lavoreranno con diversi ricercatori di livello internazionale con grande esperienza e perizia nella Sclerosi Laterale Amiotrofica e nei geni associati a questa malattia. Insieme al dott. Goldstein e al dott. Myers farà parte del consorzio anche Robert Brown, D.Phil., M.D., un neurologo della University of Massachusetts Medical School che ha dedicato tutta la sua carriera all’identificazione delle mutazioni geniche che causano la SLA; Aaron Gitler, Ph.D., un genetista della Stanford University che ha concentrato il suo recente lavoro sui fattori di rischio associati alla Sclerosi Laterale Amiotrofica; Tom Maniatis, Ph.D., un biologo molecolare della Columbia University che studia i cambiamenti nell’espressione dei geni associati alla SLA; Guy Rouleau, MD, Ph.D., un neuro-genetista della University of Montreal specializzato nell’identificazione dei geni per molteplici malattie del sistema nervoso; e Neil Shneider, M.D., Ph.D., un neurologo e neuroscienziato del Motor Neuron Center della Columbia University, che ha concentrato il suo lavoro sui meccanismi della degenerazione dei neuroni motori nella SLA. “Siamo orgogliosi di collaborare con queste illustri istituzioni accademiche e di ricerca come parte della nostra missione volta alla scoperta e allo sviluppo di terapie per i pazienti affetti da SLA”, ha affermato Tim Harris, Ph.D., vicepresidente senior di medicina traslazionale e biochimica per Biogen Idec. “La SLA è una malattia neurodegenerativa devastante e mortale, pertanto terapie efficaci sono strettamente necessarie. Questo impegno promette di portare a una migliore comprensione dei fondamenti genetici della malattia e possibilmente di offrire nuovi target per potenziali terapie”. “L’identificazione delle mutazioni che possono portare alle malattie neurodegenerative offre una base fondamentale per lo sviluppo di nuove terapie e una struttura per comprendere i mutamenti nel progresso e nella risposta al trattamento dei pazienti”, ha affermato il dott. Goldstein di Duke. “Biogen Idec comprende l’importanza delle partnership accademiche e industriali nello sforzo di creare l’immagine più completa possibile per la genetica della SLA. Siamo grati dell’eccezionale sostegno che Biogen Idec sta dando a questo lavoro”. “La nostra speranza è che le scoperte scientifiche risultanti da questo progetto verranno trasformate in trattamenti che attenuino le sofferenze e salvino le vite delle persone colpite da questa terribile malattia”, ha dichiarato il dott. Myers di HudsonAlpha. Informazioni sulla SLA La Sclerosi Laterale Amiotrofica, nota anche come morbo di Lou Gehrig o malattia dei neuroni motori, è una malattia neurodegenerativa universalmente e rapidamente fatale caratterizzata da una progressiva debolezza ed esaurimento muscolare. La SLA colpisce gli adulti nel fiore degli anni e crea un peso significativo per le persone che si prendono cura dei pazienti. L’incidenza mondiale della SLA è di circa 2 su 100.000. Solo un medicinale è stato approvato per il trattamento della SLA. In genere tale medicinale aumenta la vita dei pazienti di due o tre mesi. La speranza di vita in seguito alla manifestazione dei primi sintomi è di solito compresa tra 3 e 5 anni. La causa della SLA è ancora sconosciuta. Informazioni su Biogen Idec Grazie a scienza e medicina all’avanguardia, Biogen Idec scopre, sviluppa e fornisce a pazienti di tutto il mondo terapie innovative per il trattamento di malattie neurodegenerative, emofilia e malattie autoimmuni. Fondata nel 1978, Biogen Idec è la biotech company totalmente indipendente con la più lunga tradizione alle spalle. Pazienti di tutto il mondo traggono beneficio dalle sue terapie innovative per la cura della sclerosi multipla. La società genera un fatturato annuale pari a oltre 5 miliardi di dollari. Ulteriori informazioni relative alle etichette dei prodotti, ai comunicati stampa e alla società sono disponibili sul sito www.biogenidec.com. Dichiarazione di esonero di responsabilità di Biogen Idec Il presente comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni relative allo sviluppo di potenziali terapie per la SLA. Tali dichiarazioni previsionali possono essere accompagnate da termini quali “anticipare”, “ritenere”, “stimare”, “prevedere”, “intendere”, “potere”, “pianificare”, “volere” e altre espressioni di significato simile. Questi riferimenti previsionali, in quanto tali, contengono elementi di incertezza. Lo sviluppo e la commercializzazione di farmaci sono attività che prevedono un elevato livello di rischio. Fra i fattori che possono generare risultati diversi rispetto alle aspettative attuali figurano il rischio che si verifichino circostanze avverse per la sicurezza, che le autorità competenti richiedano informazioni aggiuntive o possano non approvare potenziali nuove soluzioni terapeutiche, che il rimborso dei prodotti possa essere limitato o non disponibile, che si incontrino difficoltà nel processo produttivo, che non si riesca a proteggere adeguatamente la proprietà intellettuale, e che si verifichino altri rischi ed elementi di incertezza fra quelli descritti nella sezione Fattori di Rischio del Bilancio o del Rendiconto Intermedio di Gestione e in altri documenti registrati presso la SEC. Le informazioni fornite sono basate sulle attese e aspettative attuali e sono valide solo dalla data del presente comunicato stampa. Biotec Idec Inc. non si assume alcun obbligo di aggiornare pubblicamente riferimenti previsionali. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Biogen Idec, contatto per i media:Amanda Brown Galgay, 781-464-3260Senior Manager, Affari pubblicioppureBiogen Idec, contatto per gli investitori:Benjamin Strain, 781-464-2442Senior Manager, Relazioni con gli investitori