Biocarburanti: Confagricoltura, bene aumento quote in benzina e gasolio

22 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Sosteniamo la scelta del Governo che, in attuazione delle politiche UE, ha previsto una crescita progressiva dell’incorporazione nelle benzine e nel gasolio dei biocarburanti, con il duplice obiettivo di ridurre i consumi dei prodotti petroliferi di origine fossile nell’autotrasporto e generare positive ricadute ambientali nella limitazione delle emissioni dei gas serra”. Questo è il commento di Confagricoltura alla pubblicazione del decreto del ministero dello Sviluppo economico dello scorso sabato, che prevede obbligatoriamente l’aumento della percentuale di miscelazione di biocarburanti nei carburanti fossili (benzina e gasolio) immessi al consumo per il triennio 2010-2012 (rispettivamente 3,5%, 4%, 4,5%). Tutto ciò, prosegue l’Organizzazione degli imprenditori agricoli, è in linea con quanto stabilito dall’Unione Europea, con la direttiva 2009/28/CE, e cioè che il 10% dell’energia utilizzata nei trasporti, entro il 2020, dovrà provenire da fonti rinnovabili. Tale scelta – conclude Confagricoltura – ribadisce l’importanza delle bioenergie per il Paese al fine di creare un equilibrato mix energetico. In tale ambito i biocarburanti rappresentano una importante possibilità per ridurre la dipendenza dal petrolio nel settore dell’autotrasporto, anche attraverso un responsabile ed ottimale utilizzo delle biotecnologie, e nel rispetto delle indicazioni della stessa Unione Europea sulla sostenibilità economica ed ambientale.