Bernanke difende a spada tratta l’operato della FED

19 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il numero uno della Banca Centrale Americana, Ben Bernanke, scende in trincea per difendere la politica monetaria della Federal Reserve e nello stesso tempo lancia un attacco diretto alla politica monetaria della Cina. In un discorso preparato per una conferenza presso la Banca Centrale Europea, Bernanke ha detto che il “modo migliore” per sostenere il dollaro e incentivare la ripresa globale è quello di adottare politiche che aiutino “l’economia americana in un contesto di stabilità dei prezzi”. Quindi le misure adottate dalla FED, come il tanto criticato QE2, suìono utili non solo agli Stati Uniti, ma alla ripresa economica globale. Bernanke lancia poi un attacco velato ma non troppo alla Cina, spiegando che la causa dei problemi attuali andrebbe ricercata nella sottovalutazione delle monete di alcuni Paesi emergenti. “Tassi di cambio sottovalutati possono, a lungo termine, ostacolare la ripresa”.