BERLUSCONI E IL MISTERO DELLA NON TELEFONATA A SANTORO

16 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

E’ un piccolo giallo la telefonata di Silvio Berlusconi ad ‘Annozero’ annunciata da Michele Santoro ieri sera e alla fine mai arrivata. Poco dopo le 23 il conduttore di Annozero interrompe il dibattito tra i suoi ospiti e dice: “Indovinate chi ha chiesto di intervenire?”. L’ospite inatteso, spiega, è il presidente del Consiglio, Santoro crea un clima di attesa e fa anche un po’ di ironia: “Oggi il premier ha detto che è buono… l’altra volta dalla Bulgaria è arrivato ‘l’editto’, stavolta magari ci perdona in diretta!”.

In attesa dell’intervento di Berlusconi, il conduttore concede un ultimo ‘giro’ di interventi agli ospiti in studio: un breve intervento di Pier Luigi Bersani, ancora un collegamento con Sandro Ruotolo che intervistava Stefania Ariosto, la consueta sfilza di vignette di Vauro. Santoro, nel frattempo, viene inquadrato un paio di volte mentre con lo sguardo perplesso comunica a gesti con la regia. Quindi partono i titoli di coda e il conduttore chiude: “Se Berlusconi chiama ditegli che siamo in camerino”.

Il giallo non trova al momento una spiegazione. In Bulgaria, i giornalisti al seguito del premier avevano preallertato le redazioni in Italia che, secondo le informazioni che avevano raccolto, Berlusconi si apprestava ad intervenire ad ‘Annozero’. Raggiunto al telefono subito dopo la fine della trasmissione, il conduttore spiega: “Se Berlusconi avesse chiamato, da parte nostra non ci sarebbe stato nessun problema a mandare in onda la telefonata. Altre volte c’era stata questa possibilità – ricorda Santoro – ma io avevo sempre detto no. Stavolta, ho detto ok”. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare accedendo alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Tuttavia, ribadisce il conduttore, “a me, che ero lí davanti le telecamere, non è stato mai comunicato che Berlusconi era pronto in linea”. Versione molto simile a quella del vicedirettore di RaiDue Massimo Lavatori: “Ho ricevuto una telefonata dalla direzione, che mi ha chiesto il numero della regia audio del programma perché c’era la possibilità di questo intervento. Ho fatto allertare Santoro, purtroppo c’è stato un equivoco e il ‘Berlusconi potrebbe intervenire’ è diventato, in assoluta buona fede da parte di Michele, ‘Berlusconi vorrebbe intervenire’. Ma alla fine non ha chiamato nessuno”.