Benzina: Federconsumatori, il triste consuntivo del 2010

31 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Triste il consuntivo del 2010 per la voce carburanti, spesa che come ben sappiamo incide pesantemente sulle tasche delle famiglie. L’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, ha effettuato un calcolo di quanto, a consuntivo 2010, gli automobilisti hanno speso in più per tale voce. Le cifre emerse sono da capogiro: Per la benzina, nel 2010, vi è stato un aumento complessivo di 18 centesimi (da 1,30 di gennaio a 1,48 Euro al litro oggi), pari, secondo una media statistica, ad un esborso di 9 centesimi in più al litro, di cui 1 centesimo (sempre in media statistica) in più per l’Erario. Tali aumenti, si legge nella nota di Federconsumatori, si traducono in una spesa complessiva degli automobilisti di 1,51 miliardi di Euro in più rispetto al 2009, di cui 168 miliardi in più per l’Erario. Per il gasolio, nel 2010, vi è stato un aumento complessivo, anche qui, di 22 centesimi (da 1,14 di gennaio a 1,36 Euro al litro oggi), pari, secondo una media statistica, ad un esborso di 11 centesimi in più al litro, di cui 1,2 centesimi in più per l’Erario. Tali aumenti si traducono in una spesa complessiva degli automobilisti di 3,3 miliardi di Euro in più rispetto al 2009, di cui 360 miliardi in più per l’Erario. Complessivamente, quindi, gli automobilisti hanno speso 4,81 miliardi di Euro in più per i carburanti, di cui ben 528 milioni in più per l’Erario per via dell’aumento della tassazione.