Bce pronta ad alzare i tassi, se la Germania continuera’ a correre

25 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Che cosa potrebbe spingere la Banca centrale europea ad alzare i tassi “piu’ prima che dopo”? Il rafforzamento della locomotiva d’Europa, la Germania. A crederlo sono gli analisti di Standard & Poor’s.

Citando una nota inviata via mail da Jean-Michel Six, capo economista per l’Europa dell’agenzia di rating, Bloomberg riporta che “e’ probabile che la Germania continuera’ a crescere ad un ritmo piu’ veloce degli altri paesi dell’Eurozona”, fattore su cui si basera’ la decisione della Bce di attuare la sua exit strategy dalle misure di stimolo”.

Berlino ha registrato nel secondo trimestre un Pil in crescita del 2.2% rispetto ai tre mesi precedenti. Si e’ trattato del ritmo di crescita piu’ sostenuto in 20 anni e pari a piu’ del doppio del tasso di crescita della media Ue. La Commissione Europea il mese scorso ha previsto un Pil a +3.4 per il 2010 cibtri un +1.7% dell’Eurozona e dell’1.6% atteso in Francia.

Il 7 ottobre scorso la Bce ha confermato il costo del denaro al minimo storico dell’1% e 11 giorni dopo il suo presidente Jean Claude Trichet ha ribadito che l’attuale livello del costo del denaro e’ “appropriato”.

Secondo S&P, una mossa anticipata della Bce spingerebbe ulteriormente al rialzo l’euro contro il dollaro.