Barclays a dieta forzata: taglia altri 2.000 posti di lavoro

13 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – L’istituto di credito britannico Barclays è pronto a tagliare fino a 2.000 posti di lavoro, nell’ambito di un piano di ristrutturazione che interesserà prevalentemente la divisione di ‘investment banking’.

A riferirlo è il Wall Street Journal, citando fonti vicine all’istituto britannico. Sempre secondo quanto riporta il quotidiano economico, i tagli saranno annunciati nei primi mesi del 2013 e saranno concentrati in Asia e in Europa continentale.

Il processo di ristrutturazione non dovrebbe, a quanto pare, riguardare invece il Regno Unito e gli Stati Uniti. Nessun commento è ancora arrivato dalla banca.