BANKITALIA: CRESCITA ZERO PER IL PIL DEL 2010

15 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Per Bankitalia il Pil, diminuito dell’1% nel 2008, ‘si contrarra’ del 5,2% quest’anno e restera’ ‘stazionario il prossimo’. Lo si legge nel Bollettino Economico appena pubblicato. Grazie alla ripresa del commercio mondiale, allo stimolo fornito da politica monetaria e Governo, la recessione si attenuera’ nella seconda meta’ del 2009; la produzione tornera’ a crescere a ritmi positivi nel 2010.

Il peggioramento della redditivita’ bancaria ‘e’ proseguito nei primi mesi del 2009′. ‘Nel primo trimestre gli utili dei 5 maggiori gruppi sono calati del 40% rispetto allo stesso periodo 2008; il rendimento del capitale e delle riserve (Roe) delle attivita’ ricorrenti si e’ dimezzato: 4,5%. La crescita del margine di interesse si e’ arrestata. Nel primo trimestre il reddito disponibile a prezzi costanti, ‘diminuito dello 0,5% nella media 2008’, ‘e’ aumentato di quasi altrettanto’.

La spesa delle famiglie si e’ ridotta dell’1,1% rispetto al periodo precedente. La crescita del credito bancario al settore privato, al netto delle cartolarizzazioni, e’ ulteriormente diminuita, al 3% sui 12 mesi terminanti in maggio. ‘La fase recessiva dell’industria, iniziata nella primavera del 2008,si e’ bruscamente aggravata nel quarto trimestre 2008 e nel primo 2009, registrando la caduta dell’attivita’ piu’ pesante dagli anni ’70, pari, dall’aprile 2008 al marzo 2009, al 25,3%.