Bank of Ireland in profondo rosso nonostante voci aumento quota Governo

24 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La Bank of Ireland resta anche oggi in apnea a Dublino, mostrando una perdita dell’11,6% a 0,265 euro, dopo aver lasciato sul terreno ieri oltre il 22%. Il titolo non riesce neanche a beneficiare dei rumors che parlano di un rafforzamento della partecipazione pubblica nel capitale della banca in difficoltà. Secondo il Financial Times, il Governo irlandese potrebbe acquistare una quota di maggioranza della Bank of Ireland per tentare di risanarne la credibilità del settore e dare una mano a tutto il disastrato comparto bancario nazionale. E’ eslcusa però una totale privatizzazione della banca, che attualmente vede il Governo irlandese detenere una quota del 36% del capitale. In effetti, la Bank of Ireland è ormai l’unico erogatore di credito privato del Paese, dato che la Allied Irish Bank, dopo la ricapitalizzazione, verrà quasi completamente privatizzata con una quota pubblica del 95%.