BANCHE USA: FALLIMENTI, ADDIO A BANKUNITED

22 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il fallimento della banca statunitense BankUnited, il piu’ grave dall’inizio dell’anno, costera’ alla Federal Deposit Insurance Corporation (FIDC) 4,9 miliardi di dollari. L’istituto regionale, l’ultimo in ordine di tempo a cadere sotto i colpi della crisi finanziaria verra’ acquistato immediatamente da un gruppo di investitori privati, mentre le perdite verranno sparite tra la FDIC e la nuova proprieta’.

Il gruppo che si e’ aggiudicato il diritto di rilevare la banca e’ composto da colossi di private equity come Blackstone, Carlyle, Centerbridge e WLRoss, e assumera’ il controllo di 12,7 miliardi di dollari di asset e 8,3 miliardi di dollari degli 8,6 miliardi di dollari depositi a disposizione.

Colpito dalle perdite legate ai prestiti, l’istituto ha archiviato il 2008 con un rosso di 1,2 miliardi di dollari, ritrovandosi con una situazione patrimoniale inadegueta a garantire la tenuta in tempo di crisi. Dall’inizio dell’anno la FDIC, il corrispettivo della nostra Cassa depositi e prestiti, ha gestito 34 fallimenti. Il default piu’ oneroso dall’inizio della crisi e’ stato quello della californiana IndyMac Bank, che l’anno scorso e’ costato 10,7 miliardi di dollari.