Banche scivolano a Piazza Affari dopo analisi del WSJ

7 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Giornata decisamente negativa per le banche a Piazza Affari. I titoli del settore bancario registrano le peggiori performances sul principale listino. In coda la Popolare di Milano che cede il 2,67% seguita da vicino da Intesa San Paolo che perde il 2,50%. Rosso fisso anche su Unicredit. Le parole Alessandro Profumo che annuncia che i soci libici di UniCredit hanno deciso in totale autonomia di investire nella banca sembano non influire in maniera positiva sul titolo di Piazza Cordusio. Venduta anche Mediobanca. Un team di esperti dell’istituto bancario Mediobanca, congiuntamente al team di CAD IT S.p.A., hanno concluso con successo in 12 mesi lo sviluppo ed integrazione della piattaforma Area Finanza presso Mediobanca, la piu grande banca d’affari italiana.+ A dare uno scossone al comparto bancario italiano che faanche peggio del settore europeo di Eurolandia ci ha pensato, quest’oggi un’analisi condotta dal Wall Street Journal . Il quotidiano lancia un nuovo allarme cher mette in guardia il sistema finanziario europeo. i recenti stress test condotti sulle maggiori banche europee hanno sottostimato i rischi Le esposizioni di alcuni istituti, spiega il giornale, sono state ridotte di miliardi di euro poiché sono state escluse le posizioni ‘short’ e alcuni Titoli di Stato.