Banche piu’ sicure al mondo: Intesa c’e’, ma fa peggio delle francesi

14 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Con la crisi che continua a erodere la fiducia degli investitori, la stabilita’ delle banche e’ una delle maggiori preoccupazioni dei mercati e delle societa’ in tutto il mondo.

Il maggiore timore riguarda l’impatto negativo che la crisi del debito sovrano sta avendo sui prestiti interbancari. Gli istituti francesi e tedeschi – ad esempio – sono esposti per $119 miliardi verso la Grecia e per $900 miliardi verso tutti e cinque i paesi dell’area periferica, i cosiddetti Piigs (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna). Numeri alla mano, e’ naturale che negli ultimi tempi l’attenzione dei mercati si sia concentrata sulla stabilita’ degli istituti di credito.

In un contesto di questo tipo, il report di Global Finance Magazine – ottenuto da Wall Street Italia – assume un’importanza notevole per conoscere la salute dei bilanci delle banche. Le societa’ piu’ sicure con cui fare affari si trovano in Olanda, Germania, Australia e Svizzera. L’Italia e’ poco rappresentata e fa peggio persino della Spagna (due istituti contro tre). Una decina sono cooperative.

La classifica dei 50 istituti piu’ sicuri al mondo e’ stata stilata dalla rivista di analisi finanziarie in base ai rating a lungo termine delle agenzie Moody’s, Fitch e Standard & Poor’s, oltre che sugli asset complessivi in possesso dei 500 gruppi finanziari piu’ importanti.

In testa si piazza la tedesca Kfw. Dei 50 istituti con i conti piu’ a posto, Intesa e’ una delle due sole italiane presenti: al 37esimo, sotto BNP Paribas, Societe Generale e Credit Agricole, le tre banche francesi negli ultimi giorni cadute vittima delle speculazioni al ribasso in borsa a causa della loro presunta difficolta’ a reperire finanziamenti e per paura della loro esposizione al debito greco. Meglio del gruppo guidato da Corrado Passera fa Cassa Depositi e Prestiti. Unicredit non pervenuta.

Quaranta dei cinquanti istituti sono gli stessi presenti nella classifica dell’anno scorso, a dimostrazione della stabilita’ finanziaria e continuita’ dei gruppi che sono riusciti a passare l’esame, piu’ credibile degli stress test.

“La solidita’ del credito delle controparti e’ una questione cruciale per le societa’ e gli investitori di tutto il mondo”, spiega l’editore di Global Finance Joseph D. Giarraputo. “Ora piu’ che mai le societa’ di tutto il mondo stanno rivalutando la solidita’ del credito a lungo termine delle loro banche, facendo affari solo con quelle che hanno dimostrato di essere sicure e stabili”.

Ecco la classifica completa:

1. KfW (Germany)

2. Caisse des Dépôts et Consignations (CDC)
(France)

3. Bank Nederlandse Gemeenten (BNG)
(Netherlands)

4. Zürcher Kantonalbank
(Switzerland)

5. Landwirtschaftliche Rentenbank
(Germany)

6. Rabobank Group
(Netherlands)

Tie*7. Landesbank Baden-Württemberg – Förderbank
(Germany)

Tie*7 Nederlandse Waterschapsbank
(Netherlands)

8. Banque et Caisse d’Épargne de l’État
(Luxembourg)

9. NRW.Bank
(Germany)

10. Banco Santander
(Spain)

11. Royal Bank of Canada
(Canada)

Tie*12. National Australia Bank
(Australia)

Tie*12. Commonwealth Bank of Australia
(Australia)

13. Toronto-Dominion Bank (TD Bank)
(Canada)

14. Westpac Banking Corporation
(Australia)

15. BNP Paribas
(France)

16. HSBC Holdings
(United Kingdom)

17. Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (BBVA)
(Spain)

Tie*18. Scotiabank (Bank of Nova Scotia)
(Canada)

Tie*18. Australia and New Zealand Banking Group
(Australia)

19. DBS Bank
(Singapore)

20. Caisse centrale Desjardins
(Canada)

21. Crédit Agricole
(France)

22. Nordea Bank
(Sweden)

23. Svenska Handelsbanken
(Sweden)

24. BNY Mellon
(United States)

25. Oversea-Chinese Banking Corporation
(Singapore)

26. United Overseas Bank
(Singapore)

27. Crédit Lyonnais
(France)

28. Pohjola Bank
(Finland)

29. Credit Suisse Group
(Switzerland)

30. BMO Financial Group
(Canada)

Tie*31. Cassa Depositi e Prestiti
(Italy)

Tie*31. CIBC
(Canada)

32. Banco Español de Crédito (Banesto)
(Spain)

33. Deutsche Bank
(Germany)

34. JPMorgan Chase
(United States)

35. Société Générale
(France)

36. Wells Fargo
(United States)

37. Intesa Sanpaolo
(Italy)

38. China Development Bank
(China)

Tie*39. Banque Fédérative du Crédit Mutuel
(BFCM)

Tie*39. Landesbank Baden-Württemberg
(Germany)

40. U.S. Bancorp
(United States)

41. Nationwide Building Society
(United Kingdom)

42. Agricultural Development Bank of China
(China)

43. Shizuoka Bank
(Japan)

44. Northern Trust Corporation
(United States)

45. CoBank, ACB
(United States)

46. National Bank of Abu Dhabi
(United Arab Emirates)

47. National Bank of Kuwait
(Kuwait)

48. Pictet & Cie
(Switzerland)

49. Barclays Group
(United Kingdom)

50. Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ
(Japan)

Va sottolineato che i calcoli non tengono conto del declassamento del rating sul credito annunciato oggi da Moody’s ai danni di SocGen e Crédit Agricole. Citata l’esposizione al debito greco.

Il report comparira’ nel numero del magazine in uscita in ottobre e le banche meglio classificate verranno premiate durante il meeting annuale del FMI e della Banca Mondiale a Washington in programma questo mese.