Banche italiane in rosso ad eccezione di Unicredit

1 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Inizio di sessione all’insegna delle vendite per il comparto bancario italiano, tutto tinto di rosso ad eccezione di Unicredit, che tira il fiato dopo due settimane di passione iniziate con le dimissioni dell’Ad Alessadro Profumo. La tensione si è allentata a Piazza Cordusio dopo la nomina di Federico Ghizzoni nel ruolo che fu di Profumo, anche se il lavoro ai vertici non è finito. Resta ora infatti da designare il nuovo (o i due nuovi) direttore generale e attribuire le deleghe. Prese di profitto su Ubi Banca, ieri in rally, mentre continua la fase ribassista del Banco Popolare, duramente colpito nei giorni scorsi da voci (smentite) che la vedono prossima ad una ricapitalizzazione per rafforzare il patrimonio. In luce Intesa Sanpolo che lima lo 0,20% nonostante gli analisti della Royal Bank of Scotland abbiano avviato la copertura sul secondo più grande istituto italiano a “buy”.