Banche europee, alert “Mutiny Day”: ammutinamento dei depositanti contro le banche

2 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Una protesta simbolica ma non troppo contro il sistema bancario europeo. E’ quanto silenziosamente sta per essere organizzato nel vecchio continente, dall’Italia alla Germania passando per Regno Unito, Paesi Bassi e Grecia. Riportiamo la news senza allarmismo, ma per dovere di cronaca. Chi ha magguiori dettagli, per favore faccia sapere.

Il D-day: il prossimo 7 dicembre. Motivo dell’ammutinamento contro le banche, per ora trapelato soltanto da alcuni blog americani di finanza (ovviamente si ripetera’ il solito luogo comune cioe’ che sono interessati a far saltare l’euro): alzare la voce contro un comparto i cui bilanci sono ancora intasati di titoli tossici e porcherie varie, un settore che ancora arranca, che naviga (dicono gli esperti) in acque peggiori di quelle degli omologhi istituti Usa e che si trova sull’orlo di un’altra possibile crisi simile a quella del 2008, nonostante i tentativi di stabilizzazione delle varie banche centrali.

Modalita’ di esecuzione: non ci sono certezze a tal proposito, ma non si escludono file agli sportelli di migliaia di depositanti per ritirare quel giorno ognuno i soldi dal proprio conto corrente. In totale, miliardi di euro di depositi. E non e’ escluso nemmeno che entro questo mese simili iniziative vengano poi replicate nel resto dei paesi industrializzato rendendo drammaticamente evidente l’intero concetto di “decoupling”.

C’e’ un altro elemento da considerare, si vocifera sui blog americani: il fatto che, diversamente dagli istituti bancari americani, quelli europei sono meno basati sulle attivita’ di trading e piu’ sulla solida stabilita’ di depositi di migliaia risparmiatori ignari di qualsiasi attivita’ le banche metano in essere lucrando sul differenziale dei tassi guadagnando senza sforzo senza mai far guadagnare i clienti. Potra’ il “mutiny Day”, come lo chiamano sul Web, dare il segnale che e’ giunta l’ora della trasparenza e che in futuro grazie alla circolazione di informazioni sul web il sistema finanziario non potra’ continuare ad agire impunito, come nulla fosse?