Banche centrali: iniziato il simposio di Jackson Hole

23 Agosto 2019, di Redazione Wall Street Italia

Da oggi l’attenzione degli investitori è focalizzata sul simposio di Jackson Hole, località montana degli Stati Uniti, che prende ufficialmente il via con il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell. Il consueto incontro di Jackson Hole rappresenta da anni un appuntamento atteso per capire le prossime mosse dei banchieri centrali.

“Il driver principale tra oggi e domani saranno i discorsi dei banchieri centrali, dove si attendono interventi di esponenti Bce e, questo pomeriggio in particolare, del governatore della Fed, Jerome Powell”, affermano gli esperti dell’ufficio studi di Intesa Sanpaolo sottolineando il fatto che “sia la Fed sia la Bce potrebbero adottare misure di stimolo già a settembre, ma dal confronto tra lo stato dell’economia Usa e dell’area euro quest’ultima esce svantaggiata”.

Per gli esperti di Mps Capital Services Powell avrà un difficile compito di “aggiustare il tiro rispetto al messaggio della conferenza stampa di luglio”.
Per far questo, aggiungono gli analisti, Powell potrebbe fare riferimento al fatto che le tensioni commerciali, aumentate subito dopo il meeting dello scorso 31 luglio, possono pesare ulteriormente sul ciclo e rendere necessarie nuove misure espansive in linea con quanto stanno facendo altre banche centrali a livello mondiale. “Tuttavia, far passare un messaggio del genere non sarà semplice”, aggiungono da Mps.