Bancari in sofferenza a Piazza Affari

9 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Soffrono i titoli bancari a Piazza Affari. Nel principale listino sono due titoli del comparto a contendersi il primato di pecora nera del FSTE MIB. Unicredit che cede l’1,80% scambiando a 1,98 euro per azione e Intesa San Paolo che cede l’1,76% scambiando a 2,79 euro per azione. L’ amministratore delegato dell’istituto bancario, Corrado Passera, ha dichiarato che per quanto riguarda l’identificazione degli sportelli del Gruppo che verranno ceduti a Credit Agricole che tutto è ancora da vedere. In forte calo anche il Banco Popolare che arretra dell’1,38% a 1,64 euro per azione. In retromarcia anche Banca Generali che cede oltre un punto percentuale dopo che ieri era balzata di oltre il 4% sulla scia della diffusione dei dati di bilancio. La società ha chiuso il 2009 con un utile netto consolidato di 63,2 milioni di euro, un risultato record nella storia di Banca Generali con una fortissima progressione rispetto ai 7,9 milioni del bilancio 2008.