Banca Popolare Puglia e Basilicata accresce il patrimonio

6 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Puglia e Basilicata ha approvato il bilancio semestrale al 30 giugno 2010 chiuso con un utile netto di 1,4 milioni di euro. I mezzi patrimoniali, al netto del risultato economico del periodo, rilevano un incremento pari al 15,4% rispetto a dicembre 2009, passando da 319 a 368 milioni di euro. Il Presidente della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, avv. Raffaele D’Ecclesiis, dichiara: “I risultati del primo semestre della nostra Banca, pur permanendo positivi, risentono notevolmente del negativo andamento generale dell’economia. La Banca comunque ha continuato a operare con fermezza e coraggio nell’interesse soprattutto della propria clientela e dell’economia dei territori serviti ed ha curato particolarmente il rafforzamento patrimoniale necessario per la futura evoluzione gestionale”. Nel 1° semestre 2010 la raccolta globale della BPPB ha raggiunto i 6,1 miliardi di euro, (- 0,4% sul dicembre 2009). In particolare, quella indiretta è stata pari a 2,7 miliardi di euro (+1,1%) mentre quella onerosa si è attestata a 3,4 miliardi di euro (-1,6%). Gli impieghi a clientela aumentano del 3% rispetto allo scorso fine esercizio passando da 3,5 a 3,6 miliardi di euro. L’indice delle sofferenze nette su impieghi a clientela si è attestato al 2,3%.