BALZO IN AVANTI DEI FUTURE DOPO LA DISOCCUPAZIONE

4 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

I future sugli indici Usa reagiscono bene alla comunicazione del dato relativo al tasso di disoccupazione di marzo .

L’indicatore si e’ attestato al 5,8% contro il +5,9% stimato dal consensus degli analisti di mercato. Sono stati persi 108.000 posti di lavoro, contro i -40.000 attesi.

Le notizie positive provenienti dal fronte guerra aiutano al momento i future sugli Usa . Tuttavia sulla seduta odierna peseranno in negativo alcune notizie sul fronte aziendale nel comparto tecnologico.

Primo fra tutti STMicroelectronics(STM – Nyse), il quarto produttore di chip al mondo, che ha annunciato i risultati preliminari per il primo trimestre sotto i propri obiettivi di margine lordo e di ricavi.

Pesa anche il warning della societa’ software PeopleSoft (PSFT – Nasdaq) e le dichiarazioni poco ottimiste rilasciate dalla societa’ biotech Affimetrix (AFFX – Nasdaq), relative al fatturato del primo trimestre.

Alle 15:40 (le 8:40 ora di New York, poichè l’ora legale è scattata in Italia con la tradizionale settimana di anticipo rispetto agli Usa) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 10,10 punti (+1,16%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in rialzo di 7 punti (+0,75%).

Il contratto sull’indice Dow Jones è in rialzo di 92 punti (+1,12%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 99,13 e rendimenti al 3,95%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA