Azionario: tempo di correzione. Anche i super ricchi soffrono

6 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Una settimana negativa per i mercati e a soffrirne sono stati tutti, anche i Paperoni. Sicuramente non finiranno sul lastrico, ma comunque perdono una buona fetta del loro patrimonio a causa dei recenti sell. Per la precisione, solo i 20 più ricchi del pianeta avrebbero subito un calo della ricchezza pari a $9,1 miliardi.

Il messicano Carlos Slim da solo, il più ricco al mondo, ha perso $1,5 miliardi, con i titoli dell’operatore telefonico di sua proprietà, America Movil, che hanno registrato -2,2% fino al 4 aprile. Il suo patrimonio ($69,2 miliardi) mantiene comunque la vetta della classifica del Billionaires Index stilato da Bloomberg.

A pesare sui mercati in questi giorni i rinnovati timori sulla crisi in Europa e quanto emerso dalle ultime minute del comitato di politica monetaria della Federal Reserve. Si e’ parlato infatti di una minore probabilità circa un nuovo intervento ed iniezione fresca di liquidità. Sempre più lontano un QE3. S&P500 negativo per la terza settimana, ha ceduto -0,7% a 1.398,08, mentre -1,6% per lo STOXX Europe 600 a 259,07.

Tra gli altri grandi ricconi, il brasiliano Eike Batista, decimo in classifica, ha perso $574,4 milioni in questi giorni. Lo spagnolo Amancio Ortega oltre $1,2 miliardi, mentre Stefan Persson ben $1,4 miliardi. Il secondo più ricco di tutti, Bill Gates, padre co-fondatore del colosso Microsoft, ha lasciato sul campo $558,1 in settimana. Si potrà comunque accontentare dei $63,2 miliardi che gli rimangono.

In fondo, i tre più ricchi al mondo (Slim, Gates e Buffett) da inizio 2012 hanno visto il loro patrimonio crescere di ben $17,2 miliardi.