“Azionario in territorio di rischio” ma non abbandonate la nave

11 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il mercato azionario è entrato in una fase pericolante, ma gli investitori non dovrebbero abbandonare la nave.

A dirlo è il fondatore del gruppo Vanguard, Jack Bogle.

Uno dei pionieri degli investimenti come li conosciamo oggi, che gestisce 2 mila e 500 miliardi di dollari tramite diversi fondi, Bogle ha voluto rassicurare gli operatori in un’intervista all’emittente CNBC

Bogle sostiene che il valore sottostate delle società quotate in America continuerà a offrire ritorni da investimento sul lungo termine, anche se le Borse dovessero subire un pesante calo.

D’altronde sarebbe uno scenario già visto. Anche se il navigato investitore Seth Klarman, molto ascoltato a Wall Street, è diventato il capofila dei ribassisti di recente, avvertendo del rischio di una “potenziale bolla catastrofica” dei prezzi, Bogle la pensa in modo diverso.

Secondo lui gli investitori farebbero meglio a mantenere nervi d’acciaio e diversificare il più possibile piuttosto che provare a battere il mercato sul tempo.