Azionario calmo. Si attendono i dati mensili sull’occupazione Usa

6 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Avvio di seduta poco mosso per le borse europee dopo il close in lettera ieri di Wall Street (Dow Jones -1,10%, S&P500 -0,91%, Nasdaq100 -0,52%) e stamane delle principali piazze asiatiche (Nikkei -1,45% mentre Hong Kong cede al momento circa mezzo punto percentuale, forte calo anche per Seoul).

Regna sui mercati un clima di attesa per i dati mensili sull’occupazione Usa attesi nel pomeriggio, dopo che quelli settimanali relativi alle richieste di sussidi per la disoccupazione hanno toccato un massimo da 8 mesi.

Tenaris ieri sera ha annunciato i risultati del primo trimestre, che hanno mostrato una crescita dell’utile netto del 46% a USD324,2 mln, sotto le attese del mercato; le vendite sono aumentate del 42% a USD2,32 mld. Sotto le attese la trimestrale diffusa stamane da Deutsche Tlk (utile in calo del 37% a EUR480 mln).

Alcatel-Lucent ha ridotto la perdita trimestrale.

BASF ha visto balzare l’utile a EUR2,41 mld nel 1Q11. RSB ha chiuso i primi 3 mesi 2011 con una perdita di GBP528 mld, deludendo le attese.

Attesi in giornata i CdA sui risultati di Management & Capitali, Recordati e Yorkville.

EVENTI SOCIETARI

BPM (EUR2,214): Moody’s ha posto i rating sotto osservazione per un possibile downgrade.

GEOX (EUR4,574): gli analisti di D.Bank hanno elevato il target price da EUR3,80 a EUR5,40, il rating è hold.

ITALCEMENTI (EUR7,01): chiude i primi 3 mesi 2011 con utile netto di gruppo di EUR80,7 mln da una perdita di EUR37,5 mln accusata nel pari periodo del 2010.

TELECOM ITALIA (EUR0,9985): ha chiuso il 1Q11 con Ebitda a EUR2,929 mld, in rialzo del 3,6% rispetto allo stesso periodo del 2010, -3,6% in termini organici, i ricavi si attestano a EUR7,073 mld, +10,3% sul 2010, ma stabili in termini organici, mentre l’utile netto è pari a EUR549 mln.

MACRO, CAMBI E COMMODITIES

La giornata sui mercati ruoterà attorno ai dati riguardanti l’occupazione ad aprile negli Stati Uniti, dopo i segnali poco incoraggianti giunti l’altro ieri dal rapporto ADP, che ha evidenziato una crescita degli occupati nel settore privato di 179.000 unità, inferiore rispetto alle previsioni.

Oggi l’attesa è per un rallentamento della crescita dei nuovi occupati non agricoli, che ad aprile dovrebbero fermarsi a 186.000 unità contro le 216.000 di marzo, mentre il tasso di disoccupazione mensile dovrebbe mantenersi costante all’8,8%.

In mattinata verrà reso noto il dato sulla produzione industriale tedesca a marzo, atteso in rialzo dello 0,5% rispetto al mese precedente, e in rallentamento rispetto all’1,6% di febbraio.

Il cambio Eur/Usd è sceso a 1,4580 mentre il petrolio Wti è crollato sotto i USD100 al barile.

Positiva stamane l’apertura sull’obbligazionario EU, con il future sul Bund tedesco a 123,25 (+0,15%).

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.