Azionario Asia: rialzi smorzati dai dati sul Pil della Cina

13 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

Bangkok – Listini asiatici in rialzo, ma andamento smorzato dagli ultimi dati in arrivo dalla Cina, con un rallentamento della crescita economica oltre le attese. I risultati incoraggianti dalla vendita del debito in Italia aiutano comunque a mantenere ottimista il sentiment. Euro a $1,3166.

La variazione del Pil cinese nel primo trimestre dell’anno è stata +8,1%, il ritmo più blando dalla metà del 2009, meno del +8,4% atteso dagli analisti.

In giornata attesi ora i dati sull’inflazione e sulla fiducia dei consumatori negli Stati Uniti.

L’azionario della Corea del Sud beneficia anche del fallimento del missile lanciato dalla Corea del Nord, appena pochi minuti dopo la partenza sarebbe esploso e caduto in mare nella parte occidentale della penisola di Corea. Ufficialmente mascherato come il lancio in orbita di un satellite meteorologico, in verità sarebbe stato un test di prova sul nuovo missile balistico in fase di sviluppo.

Apprezzamento del won della Corea del Sud a seguito della notizia. La banca centrale annuncia che monitorerà con attenzione i movimenti dell’azionario, dei bond e nel valutario.

Dal fronte societario degli Stati Uniti, oggi attesi i conti di JPMorgan e Wells Fargo, mentre la prossima settimana 91 società daranno i numeri ufficiali sugli utili.

Asia: indice Dow Jones Asian Titans in rialzo (+0,90%). Nikkei (+1,19%), Seul (+1,12%), Sydney (+0,93%), Hong Kong (+1,66%), Shanghai (+0,50%) e Singapore (+0,63%).

Commodities: Wti ($103,29, -0,34%), Brent ($121,05, -0,54%), oro ($1.676,70, -0,23%), argento ($32,30, -0,69%), rame ($3,6945, -0,70%).

Valutario: Euro contro il dollaro a $1,3166 (-0,14%), contro lo yen giapponese a ¥106,55 (-0,06%), contro il franco svizzero a CHF 1,2018 (+0,03%), contro la sterlina a GBP 0,8258 (-0,04%). Dollaro/yen a ¥80,94 (+0,12%).

Futures sull’indice S&P500 in calo di 4,00 punti (-0,29%) a 1.382,00. Rendimenti dei Treasury a 10 anni al 2,026%.

“L’economia continua in una fase di espansione, ma a un ritmo inferiore alle attese. È difficile credere che ci saranno dei cambiamenti nel breve periodo”, ha detto al Wall Street Journal Li Lei, analista di Gold State Securities a Shenzhen.