Azimut, la raccolta supera i 2 miliardi di euro

11 Giugno 2018, di Alessandro Chiatto

Raccolta netta positiva a maggio per il gruppo Azimut. Nel quinto mese dell’anno il dato si è attestato 1,1 miliardi di euro, raggiungendo così 2,1 miliardi da inizio anno. Il dato di raccolta ha beneficiato del consolidamento del ramo d’azienda di Sofia SGR, per effetto del quale Azimut SGR subentra nella gestione di quattro fondi comuni di investimento e incrementa la propria rete con 40 consulenti finanziari. Al netto del consolidamento delle masse da quest’ultima, Azimut ha conseguito nel mese di maggio una raccolta netta positiva di circa 204 milioni.

Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine maggio a 52 miliardi, di cui 41,1 miliardi fanno riferimento alle masse gestite. Sergio Albarelli (nella foto), ceo di Azimut, commenta: “La raccolta positiva del mese di maggio è fortemente collegata alle attività estere organiche e alla recente acquisizione del ramo di azienda di Sofia SGR, segno quest’ultima della capacità attrattiva del gruppo. Il dato, soprattutto per la componente Italia, ha risentito della crescente tensione sui mercati registrata nel mese dovuta principalmente alle incognite della politica italiana”.