AZIENDE TRENTINO E FRIULI “MIGRANO” OLTRALPE

27 Agosto 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 27 ago – Continua la “fuga” verso l’Austria delle aziende del Trentino e del Friuli, attratte dalla migrazione oltralpe da tasse sulle imprese meno gravose di quelle vigenti nel nostro Paese. Dopo il gruppo friulano dell’acciaio Danieli, che ha già investito in Austria, anche società altoatesine quali la Fercam, specializzata in trasporti e logistica, e la Salewa, produttrice di abbigliamento ed attrezzature sportive, starebbero pensando di trasferire la produzione al di là del confine del Brennero. Il presidente della Fercam, Thomas Baumgartner, che ha nel frattempo rinunciato a un ingresso nella Borsa di Milano preferendo concedersi una pausa di riflessione, ha sottolineato che “in Austria le imprese pagano il 25% di tasse, mentre in Italia l’onere è doppio”. Anche il direttore della Salewa, Heiner Oberrauch, sta riflettendo seriamente se realizzare un nuovo impianto del valore di 30 milioni di euro in Austria o in Baviera.