AVVIO ALL’INSEGNA DELL’OTTIMISMO PER LE BORSE USA

3 Settembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Apertura in rialzo per l’azionario a stelle e strisce, e soprattutto per il Nasdaq, dopo i forti guadagni della vigilia, che hanno portato il Dow sopra quota 9.500, ai massimi degli ultimi 15 mesi.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Ricordiamo che l’S&P 500 ha terminato in positivo le ultime sei sedute, e viaggia su livelli che non si vedevano da 15 mesi a questa parte. Il Nasdaq e’ ai massimi degli ultimi 17 mesi.

Sul fronte macroeconomico, tra mezz’ora saranno diffusi i numeri sulla spesa per le costruzioni di luglio. A meno di grosse sorprese al rialzo o al ribasso, il dato non dovrebbe influenzare gli scambi. Alle 20:00 italiane (le 14:00 ora di New York) sara’ invece la volta del Beige Book, la relazione della Fed sullo stato dell’economia americana. Anche in questo caso, un impatto sul mercato appare improbabile, considerato che si tratta di un commento su dati gia’ rilevati.

Prima dell’avvio degli scambi e’ stato diffuso il rapporto sulle vendite retail settimanali, compilato da Bank of Tokyo-Mitsubishi/UBS, che ha evidenziato un incremento dello 0,1%.

Secondo Horst Koehler, direttore generale del Fondo MonetarioInternazionale, “negli Stati Uniti ci sono segnali crescenti di ripresa economica”.

Continua intanto il calo dei titoli di Stato, con i tassi vicini ai massimi delle ultime 52 settimane.

Inizia cosi’ il conto alla rovescia per la prossima riunione del FOMC, in calendario il 16 settembre. Un rialzo dei Fed Fund sembra ormai piu’ una questione di “quando” che di “se”.

Al mercato valutario prosegue l’indebolimento dell’euro nei confronti del dollaro. Il susseguirsi di dati positivi sull’economia statunitense, contrapposti ai segnali scoraggianti provenienti dal Vecchio Continente, e le manovre della Bank of Japan per indebolire lo yen dovrebbero continuare a favorire il biglietto verde nel breve periodo.

Sul fronte societario, continua l’ottimismo per le trattative tra la NBC, divisione di General Electric (GE – Nyse), e Vivendi Universal (V – Nyse) per portare le attivita’ legate al cinema e alla tv via cavo del colosso francese sotto il controllo americano. Il valore dell’operazione e’ di circa $40 miliardi.

Per tutti i dettagli sulla sessione odierna clicca su TITOLI CALDI, RUMORS, TARGET NEWS, RATINGS e MARKET WATCH,
in INSIDER
.