AUTO: SETTORE IN DIFFICOLTA’ DOPO DATI FRANCIA

3 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

L’indice EuroStoxx del settore auto cede oltre il 2% sulle pressioni determinate dai dati sull’andamento negativo del mercato francese.

Le vendite di auto nel paese d’oltralpe sono infatti calate ad agosto a 148.257 unita’ in ribasso del 5,3% rispetto allo stesso mese del 2000, secondo quanto reso noto dall’Associazione dei costruttori di auto.

Su base destagionalizzata, il ribasso “non ha un reale significato se considerata in modo isolato” e “il mercato resta ben orientato” hanno precisato i tecnici dell’associazione francese. I costruttori avevano infatti previsto un contraccolpo dopo le buone performance di giugno e luglio.

In dettaglio, le vendite del gruppo Peugeot-Citroen sono aumentate del 3,6%, mentre quelle della rivale Renault sono scese dello 0,7%. In calo del 4,9% anche le vendite di Volkswagen, di General Motors del 20,5%, Ford del 27,5% e Fiat del 13%. In rialzo, invece, le immatricolazioni di DaimlerChrysler (+4%), mentre hanno perso quote di mercato le auto giapponesi (-14,2%) e quelle coreane (-20,2%).

Nella seduta odierna, sui mercati azionari Renault segna un ribasso del 5,8% e Peugeot del 2,1%. In Italia Fiat perde lo 0,16% a €25,470, mentre a Francoforte BMW perde l’1% e DaimlerChrysler il 2,1%.