AUTO: PRODUTTORI RIDUCONO PREVISIONI VENDITE

7 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

I produttori di auto hanno tagliato le previsioni per le vendite del 2002. L’Acea, associazione dei produttori di auto, ha infatti previsto un calo maggiore al 5%, lontano dal 3%-4% precedentemente previsto.

In altre parole anche i capitani di industria si sono dovuti allineare a quanto previsto dagli analisti.

Secondo gli analisti la caduta è legata alla bassa fiducia dei consumatori e alla lenta ripresa economica.

Nei primi sei mesi dell’anno la registrazione di auto nuove è scesa del 4,5% rispetto all’anno prima, secondo i dati Acea. A giugno il calo fu però ancora più significativo e pari all’8%, anticipando una fase ancora più difficile. I primi dati preliminari di luglio mostrano un ulteriore calo secondo il portavoce di Acea, Alfredo Filipone.

In Europa, al momento, c’è un solo mercato che sta andando in senso contrario. In Inghilterra, infatti, le vendite sono addirittura cresciute del 13% grazie al combinarsi di piu fattori: bassi prezzi delle macchine mentre il mattone è alle stelle, bassi interessi per i prestiti e ridotta disoccupazione.