Auto, Marchionne “dodici mesi d’inferno, l’avevo detto a inizio anno”

17 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le prospettive del mercato dell’auto in Italia e in Europa sono ancora grigie per il primo trimestre del 2011. E’ quanto si evince dalle dichiarazioni rilasciate dal numero uno di Fiat, Sergio Marchionne, a margine dell’inaugurazione del nuovo concessionario Fiat-Chrysler di Los Angeles. Marchionne ha affermato che “prima di tornare su un livello accettabile dovranno passare dodici mesi d’inferno”. Il manager lo aveva già anticipato a inizio anno, a causa degli impatti esercitati dall’uscita dal sistema degli incentivi, durato due anni. Marchionne ha aggiunto che nel primo trimestre la Fiat si è portata dietro i buoni risultati del 2009, ma la situazione è diversa per il resto del 2010 ed il primo trimestre dell’anno venturo. La Fiat, inoltre, risente in modo amplificato del calo del mercato europeo dell’auto, data la consistenza della sua quota di mercato sul mercato italiano.